Mozzarella Accadì senza lattosio di Granarolo in tavola

L’intolleranza al lattosio è un problema che riguarda il 30% della popolazione italiana

L’intolleranza al lattosio è un problema che riguarda circa il 30% della popolazione italiana. Questa condizione, che quando compare in età neonatale tende a regredire con il tempo che passa, se comincia a palesarsi invece in età infantile o adolescenziale può diventare una situazione non facile da gestire a livello alimentare.

Per fortuna i brand, siano essi grandi o piccoli, hanno sviluppato una nuova sensibilità al proposito, proponendo delle linee ad hoc per intolleranti al lattosio. Un esempio celebre in merito è la linea Accadì di Granarolo, che permette di soddisfare le esigenze alimentari degli intolleranti al lattosio grazie a un’ampia scelta di prodotti caseari.

Sì, avete capito bene: si tratta di un vero e proprio inno alla tradizione gastronomica italiana, che vede la sua unicità anche nella possibilità di acquistare la mozzarella senza lattosio.

Mozzarella Accadi: si può mangiare, ma attenzione a non esagerare!

La mozzarella è uno dei formaggi più celebri della tradizione italiana. Oltre a essere gustosa e adatta a essere aggiunta a un gran numero di piatti – dall’insalata mista al primo – consente di tenere sotto controllo la crescita ossea migliorando l’efficienza della massa muscolare.

Questi benefici non vanno persi con la mozzarella senza lattosio, anche se è bene mangiarla con attenzione. Per quale motivo? Per il semplice fatto che le novità del regolamento UE 609 del 2013, che entreranno in vigore a luglio, prevedranno la rimozione dei prodotti senza lattosio dagli alimenti dietetici.

Sì alla mozzarella senza lattosio, quindi, ma facendo attenzione a non esagerare per evitare di mettere a rischio la linea.

Mozzarella: un formaggio gustoso da consumare in ogni momento!

La mozzarella è uno dei cibi più consumati dagli italiani, in quanto parte integrante della dieta mediterranea. Questo formaggio fresco, a pasta filata di origini campane, è un alimento versatile, da gustare sia da solo che all’interno delle ricette più elaborate. È ideale in ogni stagione: sia d’estate che d’inverno.

Oltre a vantare un gusto unico apprezzato non solo in Italia ma in tutto il mondo, questo cibo è uno tra i formaggi meno grassi presenti in commercio ed è ricco di proteine e di numerose tipologie di minerali, tra cui ferro e calcio. Ma vediamo quali sono le principali caratteristiche della mozzarella!

Le caratteristiche nutrizionali di questo gustoso alimento

Come vi ho accennato, stiamo parlando di uno dei pilastri della dieta mediterranea, caratterizzato da altissimi valori nutrizionali. È infatti carico di proteine animali (24 grammi su 100 grammi di prodotto) e minerali, tra cui calcio, sodio, fosforo, potassio e magnesio. All’interno della mozzarella non mancano neanche le vitamine, quali la vitamina B12, la vitamina K e la vitamina J (colina), e contiene inoltre grandi quantità di betacarotene. Dato il suo notevole contenuto nutrizionale, può essere considerata importante per un regime alimentare salutare.

La mozzarella è indicata soprattutto a chi pratica molta attività fisica, in quanto aiuta ad aumentare la massa muscolare, e, più in generale, è ottima per chi è carente di calcio, un minerale fondamentale per mantenere la salute delle ossa. Questo latticino (fatta eccezione per la mozzarella di bufala) è uno tra i formaggi meno grassi e meno calorici presenti sul mercato e quindi è perfetto per tutti, anche per coloro che stanno seguendo una dieta ipocalorica. Ovviamente, va comunque consumata con moderazione.

Mozzarella Accadì: la mozzarella per gli intolleranti al lattosio

Chi l’ha detto che chi è intollerante al lattosio non può godersi una buona mozzarella? Granarolo offre infatti una soluzione per gli amanti dei formaggi… che purtroppo sono intolleranti al lattosio presente all’interno del latte vaccino. La Mozzarella Accadì senza lattosio è facilmente digeribile da tutti, in quanto questo particolare zucchero viene scomposto nel glucosio e galattosio, rendendo l’alimento più assimilabile dall’organismo umano.

Nonostante la sua facile digeribilità, questa mozzarella mantiene il gusto di latte tipico delle mozzarelle tradizionali, proponendo tutto il piacere di questo alimento tipico della tradizione gastronomica italiana, persino a chi giustamente non vuole rinunciare al proprio benessere, ma neanche alla soddisfazione da un punto di vista culinario! Anche se si tratta di un alimento più leggero e privo di lattosio, resta comunque un alimento delizioso e ricco di calcio, minerali, vitamine e proteine.

Intolleranza al lattosio: cosa fare quando non è grave

Mangiare la mozzarella Accadì è un’ottima soluzione per chi soffre di un livello d’intolleranza medio o grave. Nel primo caso è consigliabile anche integrare ogni tanto piccole quantità di lattosio. Sembra paradossale, vero? Per quale motivo si tende a dare questo consiglio? Per il semplice fatto che integrando piccole quantità di lattosio è possibile stimolare negli intolleranti non gravi la produzione dell’enzima in grado di digerirlo.

Eliminando totalmente questo disaccaride, se l’intolleranza non è ad alti livelli, si corre quindi il rischio di peggiorare la situazione. Non è un caso se anche questa mozzarella, un vero e proprio omaggio  alla ricchezza gastronomica italiana, ne contiene una minima percentuale!

 

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *