Dieta senza glutine e lattosio: come affrontarla!

Le persone obbligate a seguire una dieta senza lattosio e senza glutine sono sempre di più: una volta sarebbe stato un vero problema, e coloro che soffrivano di queste intolleranze avrebbero dovuto rinunciare a moltissimi cibi. Per fortuna l’offerta di prodotti “gluten free” e “lactose free” sta diventando sempre più ampia, semplificando di molto la vita agli intolleranti.

Celiachia, intolleranza al lattosio, o entrambe?

In alcuni casi, peraltro abbastanza frequenti, l’intolleranza al glutine e quella al lattosio possono provocare sintomi simili, quali:

  • Dolori addominali
  • Nausea
  • Diarrea
  • Flatulenza

Se dopo aver mangiato si accusano spesso questi sintomi, prima di intraprendere una dieta senza lattosio o senza glutine di nostra iniziativa (cosa sempre sconsigliabile), sarebbe opportuno rivolgersi al proprio medico di famiglia, che probabilmente come prima cosa ci farà tenere un “diario alimentare”, per aiutarlo a capire a quali particolari alimenti sono legati i nostri fastidiosi sintomi, e poi ci indirezzerà da uno specialista che ci sottoporrà a tutti gli esami del caso.

Per scoprire se soffriamo di intolleranza al glutine esistono specifici test:

  • Innanzitutto verremo sottoposti a degli esami del sangue in cui verranno verificate le nostre reazioni a specifici anticorpi.
  • In un secondo momento, se i sintomi persistono, per avere una diagnosi definitiva, verremo sottoposti ad una biopsia dell’intestino tenue, per controllare lo stato dei villi intestinali.

Dopo la diagnosi positiva, una volta iniziata la dieta senza glutine, può succedere che i sintomi persistano: a questo punto bisognerà prendere in considerazione la presenza di altre intolleranze alimentari. Molti celiaci soffrono anche di intolleranza al lattosio, che solitamente viene diagnosticata attraverso i seguenti test:

  • Esame del sangue
  • Breath test
  • Esame dell’acidità delle feci

Una volta appurata anche questa intolleranza, dovrete iniziare una dieta senza lattosio.

Ma vediamo ora come affrontare una dieta senza lattosio e senza glutine, senza troppe rinunce!

Dieta senza lattosio glutine

Dieta senza glutine e lattosio: una condanna senza appello?

Se siete intolleranti al glutine ed al lattosio non disperate: fare una vita che li escluda dalla nostra dieta non è poi così difficile: scegliendo i prodotti e le ricette giuste, non dovrete rinunciare quasi a nulla!

Per quanto riguarda la dieta senza glutine:

  • Dovrete eliminare tutte le fonti di glutine (fra cui frumento, orzo e segale).
  • Potrete invece tranquillamente assumere quinoa, teff, amaranto, riso, grano saraceno e tantissime altre farine, molte di loro contengono molte vitamine del gruppo B, che di solito scarseggiano in una dieta senza glutine.

Fortunatamente il mercato offre una grande quantità di prodotti senza glutine (quelli con la spiga sbarrata), dalla pasta ai dolci, molti dei quali sono preparati con degli ottimi mix di farine che li rendono praticamente identici a quelli “normali”.

Dieta senza lattosio

Per quanto riguarda la dieta senza lattosio, non è vero che bisognerà eliminare dalla propria dieta il latte ed i suoi derivati: molte aziende hanno messo in commercio prodotti “delattosati” (in cui è stato aggiunto l’enzima lattasi, che negli intolleranti non viene prodotto a sufficienza e che serve a digerire il lattosio), che possono essere consumati in tutta sicurezza.

Ricordatevi inoltre che tutti i formaggi vegani sono senza lattosio e che i formaggi molto stagionati sono molto ben tollerati.

Un’ultima dritta: acquistate in farmacia gli “integratori di lattasi”: potrebbero rivelarsi molto utili se dovete mangiare fuori casa e volete essere sicuri di non incorrere in fastidiosi sintomi.

Come vedete la dieta senza lattosio e senza glutine non è poi così brutta come la si dipinge, basta solo avere un pò di pazienza e fantasia in cucina!

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *