Carote rosse: salutari e indispensabili per insaporire le ricette!

carote rosse MarcoMayer

Un ortaggio da prendere in considerazione per ogni situazione: le carote rosse

Le carote rosse chiamate anche comunemente rape o barbabietole rosse per buona parte vengono coltivate in tutta l’area del Mediterraneo. Il suo consumo si è diffuso in Europa a partire dal 1500. Le carote rosse si possono preparare in cucina per realizzare tantissime ricette ma possono anche essere mangiate crude o cotte.

Sul mercato ne esistono diverse varietà a prezzi piuttosto abbordabili. Le carote rosse possono diventare un elemento fondamentale per impreziosire il sapore del condimento di un primo piatto di un secondo oppure possono essere prese in considerazione anche per realizzare un’insalata o un contorno.

In alcuni casi, considerate le proprietà benefiche e decorative oltre che di gestire, le carote rosse possono essere assunte sotto forma di decotto. Adesso occupiamoci di analizzare le proprietà benefiche di questi ortaggi.

Carote rosse: le molteplici proprietà benefiche

Le carote rosse contengono tante sostanze molto importanti per il nostro organismo. Esse hanno delle proprietà antiossidanti ma anche antisettiche, decorative e disintossicanti.

I sali minerali contenuti maggiore quantità al loro interno sono il ferro, potassio, calcio, sodio, magnesio. L’azione delle carote rosse è in grado di stimolare la generazione di succhi gastrici favorendo l’attività digestiva del nostro stomaco.

Proprio per via della produzione notevole di succhi gastrici, è consigliabile a chi è di frequente alle prese con la gastrite di fare un consumo moderato di carote rosse. Questo ortaggio è anche ricco di fibre, sostanze molto utili per attivare la funzionalità del nostro intestino e aiutare chi è affetto da stitichezza.

Tra le vitamine di maggior rilievo contenute nella carote rosse, segnaliamo la vitamina A, molto presente in particolar modo nelle sue foglie, le vitamina appartenente al gruppo B (B1, B 2, B3, B6) a cui si aggiunge la vitamina C concentrata soprattutto nei tuberi.

Il contenuto di zuccheri presente in questo vantaggio impone a chi soffre di diabete di mangiarne con moderazione. Proprio in presenza di diabete, di caso in caso, secondo il nostro avviso, bisogna valutare se è opportuno assumere o meno questo ortaggio.

Tra i tanti sali minerali indicati prima, risulta notevole anche la presenza di calcio nelle carote rosse: pertanto, non è consigliato il consumo di questo ortaggio a chi soffre di calcoli renali.

Le carote rosse sono in grado di assicurare un bassissimo contributo in termini di calorie: in appena 100 g di prodotto, infatti, rilasciano a malapena 20 kcal.

I soggetti alle prese con una dieta ferrea volta a ridurre il proprio peso corporeo, a basso contenuto calorico, possono seriamente prendere in considerazione l’opportunità di mangiare le carote rosse preparando delle insalate oppure usandole come contorno da abbinare con un secondo piatto a scelta.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *