Carote rosse: indispensabili per insaporire le ricette!

carote rosse

Un ortaggio da prendere in considerazione per ogni situazione: le carote rosse

Le carote rosse chiamate anche comunemente rape o barbabietole rosse per buona parte vengono coltivate in tutta l’area del Mediterraneo. Il suo consumo si è diffuso in Europa a partire dal 1500. Le carote rosse si possono preparare in cucina per realizzare tantissime ricette ma possono anche essere mangiate crude o cotte.

Sul mercato ne esistono diverse varietà a prezzi piuttosto abbordabili. Le carote rosse possono diventare un elemento fondamentale per impreziosire il sapore del condimento di un primo piatto di un secondo oppure possono essere prese in considerazione anche per realizzare un’insalata o un contorno.

In alcuni casi, considerate le proprietà benefiche e decorative oltre che di gestire, le carote rosse possono essere assunte sotto forma di decotto. Adesso occupiamoci di analizzare le proprietà benefiche di questi ortaggi.

Le carote rosse contengono tante sostanze molto importanti per il nostro organismo. Esse hanno delle proprietà antiossidanti ma anche antisettiche, decorative e disintossicanti.

I sali minerali contenuti maggiore quantità al loro interno sono il ferro, potassio, calcio, sodio, magnesio. L’azione delle carote rosse è in grado di stimolare la generazione di succhi gastrici favorendo l’attività digestiva del nostro stomaco.

Carote rosse: le molteplici proprietà benefiche

Proprio per via della produzione notevole di succhi gastrici, è consigliabile a chi è di frequente alle prese con la gastrite di fare un consumo moderato di carote rosse. Questo ortaggio è anche ricco di fibre, sostanze molto utili per attivare la funzionalità del nostro intestino e aiutare chi è affetto da stitichezza.

Tra le vitamine di maggior rilievo contenute nella carote rosse, segnaliamo la vitamina A, molto presente in particolar modo nelle sue foglie, le vitamina appartenente al gruppo B (B1, B 2, B3, B6) a cui si aggiunge la vitamina C concentrata soprattutto nei tuberi.

Il contenuto di zuccheri presente in questo vantaggio impone a chi soffre di diabete di mangiarne con moderazione. Proprio in presenza di diabete, di caso in caso, secondo il nostro avviso, bisogna valutare se è opportuno assumere o meno questo ortaggio.

Tra i tanti sali minerali indicati prima, risulta notevole anche la presenza di calcio nelle carote rosse: pertanto, non è consigliato il consumo di questo ortaggio a chi soffre di calcoli renali.

Le carote rosse sono in grado di assicurare un bassissimo contributo in termini di calorie: in appena 100 g di prodotto, infatti, rilasciano a malapena 20 kcal.

I soggetti alle prese con una dieta ferrea volta a ridurre il proprio peso corporeo, a basso contenuto calorico, possono seriamente prendere in considerazione l’opportunità di mangiare le carote rosse preparando delle insalate oppure usandole come contorno da abbinare con un secondo piatto a scelta.

Riproduzione riservata

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Ginkgo Biloba

Ginkgo Biloba: una lunga storia di salute

Il Ginkgo Biloba è noto come un “fossile vivente” Il Ginkgo Biloba è un albero dalle grandi potenzialità, che ha una storia lunga secoli e secoli. Infatti, è una delle specie di alberi più...

Shatavari

Shatavari: una pianta che regala giovinezza e salute

Qualche cenno di storia e alcune curiosità sullo Shatavari Lo Shatavari è una pianta molto particolare, il cui nome scientifico è Asparagus Racemosus. è stata usata per secoli come un rimedio...

Tribulus

Tribulus: tutte le potenzialità di questa pianta

Tante spine e altrettante proprietà: ecco il Tribulus Ma cos è il tribulus ? Il Tribulus terrestris è una pianta fuori dal comune, sia per quanto riguarda il suo aspetto che per le sue...

He Shou Wu Fu Ti

He Shou Wu Fu Ti: giovinezza e longevità

Un nome particolare per una pianta dalla radice molto speciale: He Shou Wu Fu Ti La pianta He Shou Wu Fu Ti è molto utilizzata nell’ambito della Medicina Cinese. È usata da migliaia di anni e...

Epimedium

Epimedium (Horny Goat Weed): una pianta afrodisiaca

Un vegetale davvero speciale: l’ Epimedium L' Epimedium , chiamato anche Horny Goat Weed o Yin Yang Huo ,  fa parte della numerosa famiglia del Berberidaceae. Chi sa cosa significa “Horny Goat...

Chaga

Il Chaga, un fungo unico e speciale

Un fungo strano, ma importante per la salute: il Chaga Ultimamente, si sente molto parlare di funghi benefici e sicuramente il Chaga è uno di questi. Non è molto affascinante e a prima vista non...

14-07-2016
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del web, mi conoscono come Nonnapaperina.

Leggi di più

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti