GlutenFree Fest: alimentazione attenta alla celiachia

GlutenFree Fest
Commenti: 0 - Stampa

Una fantastica occasione alla quale ho avuto l’onore di partecipare: il GlutenFree Fest

Dal 2 al 5 giugno ho avuto l’onore di partecipare alla quinta edizione di GlutenFree Fest, un’occasione di incontro che ha reso Perugia il centro propulsore dell’innovazione per quanto riguarda l’alimentazione celiaca. L’evento, come negli altri anni, è stato caratterizzato da un successo di pubblico molto interessante.

Non posso che essere felice di questo risultato, che è una testimonianza felicissima di come oggi sia molto sentita la necessità di ricercare informazioni chiare sull’alimentazione dei celiaci, che è una parte fondamentale della vita di chi soffre di cattivo assorbimento del glutine.

Arena senza glutine: la novità dell’edizione 2016

La novità di questa edizione 2016 del GlutenFree Fest è stata l’Arena senza glutine, uno spazio che ha visto un’ampia partecipazione di pubblico, con più di 1.000 persone che hanno partecipato a eventi formativi e a cooking show incentrati su diversi ambiti della cucina senza glutine.

Un successo importante è stato per esempio riscosso dal workshop dedicato alla decorazione dei muffin al cioccolato, un momento di assoluto divertimento che ha conquistato sia gli adulti sia i bambini, interessati a toccare con mano le caratteristiche principali dell’alimentazione senza glutine.

I laboratori di Marco Scaglione, animatore dell’Arena senza glutine

La quinta edizione di GlutenFree Fest è stata animata dall’entusiasmo di Marco Scaglione, vero e proprio mattatore dell’Arena senza glutine con i suoi seguitissimi laboratori. Lo spazio curato da Scaglione è riuscito ad attirare un numero molto alto di spettatori anche per le dimostrazioni pratiche, momenti durante i quali Marco Scaglione ha dato spazio a istruzioni sulla lavorazione dei principali prodotti che devono essere evitati nell’alimentazione dei celiaci, ossia soluzioni come la pasta fresca, la pizza, il pan di spagna e i muffin.

Ho avuto l’onore immenso di portare il mio lavoro e il mio approccio alla cucina per i celiaci in uno di questi momenti di confronto, occasione che ha reso ancora più speciale una manifestazione impreziosita anche dall’intervento di professioniste eccelse come Miria Onesta e Sara Quartarella.

Parlare di intolleranze e di celiachia è oggi fondamentale, per evitare di gestire male situazioni in cui invece la conoscenza salva e aiuta a mettere a punto piani alimentari che consentono di vivere le intolleranze senza rinunciare al gusto e senza sentirsi preclusi da quei piaceri alimentari che fanno bella la vita di ogni giorno.

Seguimi su Instagram e Facebook

Mi trovi sui canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Creerò una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte dai lettori e non abbiate paura. Non criticherò nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta!

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

16-06-2016
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti