Acerola: un concentrato di vitamina C e non solo

Una “ciliegia” molto speciale: ecco il frutto dell’acerola

L’acerola non è altro che un piccolo arbusto originario del Messico, dell’America centrale e del sud, dal quale nascono dei frutti molto simili alle ciliege.

Questi frutti sono stati apprezzati per migliaia di anni da varie culture indigene. Poi, con il passare del tempo, hanno fatto il giro del mondo e, attualmente, questa pianta viene coltivata anche in alcune parti del subcontinente indiano e degli Stati Uniti.

Dolci e succose, le “ciliegie” che nascono da questo piccolo albero si rivelano una vera e propria miscela di sostanze nutritive come vitamine, antiossidanti e minerali.

Questi frutti contengono in particolare un’elevata concentrazione di vitamina C, ma andiamo a dare uno sguardo più approfondito e a conoscere alcuni dei benefici per la salute comportati dal consumo di questo particolare alimento.

Acerola: salute e prevenzione, ma anche tanta bontà

Come avrete capito, si tratta di un alimento unico che, purtroppo, non mangiamo molto spesso anche se avremo tanti motivi per farlo.

Ad esempio, è utile sapere che si tratta di un vegetale molto utile nella gestione e nella prevenzione dal diabete.

Infatti, recenti ricerche hanno dimostrato che gli antiossidanti presenti all’interno dei suoi possono effettivamente rallentare il rilascio di zuccheri nel sangue evitando picchi glicemici e un’elevata produzione di insulina.

Pertanto, regolando i livelli di glicemia, l’acerola si rivela utile sia per le persone affette da diabete che per gli individui sani.

Oltre a questo, è opportuno anche considerare che numerosi studi hanno appurato che si tratta di un alimento ottimo per la prevenzione del cancro e capace di comportare importanti effetti anti-age.

Queste piccole “ciliegie” offrono inoltre una buona dose di fibre, grazie al quale facilitano e migliorano tutte le funzioni gastrointestinali.

Questi frutti hanno inoltre fantastiche proprietà depurative e sono perfetti per promuovere la salute degli occhi, del cuore e dell’apparato vascolare (in particolare regolando la pressione sanguigna e i livelli di colesterolo) e per regolare il metabolismo.

Grazie all’elevato contenuto di vitamina C, questo alimento può aiutare a rafforzare il sistema immunitario e a stimolare la produzione di collagene e la guarigione o riparazione di cellule, vasi sanguigni, organi e tessuti.

I benefici e le proprietà dell’acerola e la nostra alimentazione

A questo punto, la maggior parte delle persone si chiedono: come possiamo portare questo frutto nel nostro piano alimentare?

Sicuramente, possiamo mangiarlo proprio come se avessimo davanti una ciotola piena di ciliegie, ma potremo anche usare questo alimento anche ridotto in polvere per la preparazione di dolci, gelati, gelatine, marmellate, macedonie, frullati, centrifugati e succhi di frutta.

Possiamo aggiungere questo alimento anche allo yogurt e ai cereali, creando così una super-colazione.

Ovviamente, come per tutti gli alimenti, è opportuno consumare l’acerola con moderazione. Infatti, un elevato consumo di questo vegetale può causare effetti indesiderati come mal di stomaco, insonnia e diarrea. Infine, è opportuno ricordare che gli alti livelli di vitamina C potrebbero rivelarsi pericolosi per chi soffre di gotta.

Ad ogni modo, questo frutto non è noto come un alimento allergizzante. Pertanto, con moderazione e con un po’ fantasia in cucina, è possibile prenderne solo il meglio e trasformare questi piccoli frutti in dei potenti toccasana per la nostra salute.

 

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *