Trunkel, un viaggio attraverso gli squisiti salumi austriaci

Scoprire i salumi austriaci Trunkel è stata un’esperienza decisamente interessante. Anzitutto va ricordato che si tratta di prodotti senza glutine e senza lattosio, dunque a prova di intollerante. Poi c’era la curiosità di sperimentare insaccati di una tradizione diversa dalla nostra, per quanto l’Austria sia un territorio geograficamente vicino.

Ebbene il risultato è stato ottimo sotto ogni profilo. L’occasione è stata una cena organizzata per le blogger da Spoon, nello spazio eventi di Turate (Co), durante la quale Trunkel ha dispiegato tutto il proprio straordinario potenziale. Abbiamo avuto modo di assaggiare coppa, spalla, guanciale, prosciutto di tacchino aromatizzato alle erbe e al pepe, puntine, foresta nera, poi i teutonici wurstel Knacker e Originale, fiore all’occhiello della tradizione dei paesi di lingua tedesca serviti con crauti, verdure, patate e la saporitissima salsa cren diffusa anche nelle Tre Venezie.

Trunkel, un viaggio attraverso gli squisiti salumi austriaci

E’ stato un viaggio affascinante attraverso nuovi gusti e modi di intendere i salumi per alcuni aspetti diversi dai nostri. Un arricchimento per la cultura e per il palato, col salame viennese di manzo, l’arrosto cotto e il prosciutto affumicato, accompagnati a patè di fegato alle prugne e al tartufo. Tutti prodotti di altissima qualità e imperdibili per chi ama perdersi nei sapori intensi e indimenticabili che solo certi salumi, come quelli Trunkel, sanno regalare.

L’evento è stato ancor più interessante perché a guidarci in questo viaggio gastronomico attraverso i salumi austriaci c’ere, oltre al consulente Klaus Sifkovits, anche Michael Trunkel in persona, che ha raccolto l’eredità dai parenti che nel 1905 fondarono un’azienda per la lavorazione delle carni che ora è un marchio conosciuto dagli intenditori di tutto il mondo. Michael insieme ad Hans Trunkel alla fine degli anni Ottanta è il fautore di una crescita aziendale che ha portato la ditta ad aprire una catena di delicatessen viennesi e ad esportare le proprie prelibatezze in 25 Paesi.

Al marchio austrico va il mio plauso anche per la grande attenzione che pone nei confronti del tema delle intolleranze alimentari, perché appunto come detto sopra produce salumi senza glutine e senza lattosio. L’azienda ha commercializzato in Italia una dozzina di prodotti presenti nei supermercati Bennet.

 

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *