Intolleranza Fottiti – Naturalmente senza glutine

IntolleranzaFottiti Naturalmentesenzaglutine
Commenti: 0 - Stampa

Intolleranza Fottiti – Naturalmente senza glutine. Intolleranza Fottiti è il titolo intenso e bello scelto per questo libro pubblicato da Francesco Mondadori. E’ un traguardo, la sintesi di un percorso di vita ma anche un punto di ripartenza, consapevoli che per abbattere silenzi e luoghi comuni sulle intolleranze alimentari abbiamo fatto molto, grazie al vostro sostegno, ma molto c’è ancora da fare.

Ricette Naturalmente senza glutine

Non ci fermeremo. Andremo avanti determinati più che mai, proprio partendo dal volume che è un po’ il manifesto della mia esperienza personale, ovvero quella di una persona normale la cui vita è stata per anni, anzi per decenni, fortemente condizionata dalla mancanza di una diagnosi, dal combattere contro un nemico invisibile che invece, una volta individuato, può essere sconfitto col sorriso, ammansito o addirittura annullato.

Perché al contrario di quanto possono pensare coloro che non sanno, perché male informati, e magari ci guardano sospirando “poverini”, noi intolleranti non siamo malati. Possiamo vivere una vita felice, serena, vincendo le intolleranze con il sorriso. Possiamo tranquillamente fare la spesa al supermercato e trovare tutto ciò che ci occorre, perché è sufficiente un po’ di informazione per vivere senza alcuna rinuncia in termini di gusto a tavola.

Intolleranza Fottiti – Naturalmente senza glutine

Intolleranza Fottiti! si apre con la bellissima prefazione di Alberto Lupini direttore di Italia a Tavola, una persona che è stata fondamentale per percorrere un tratto di strada comune. Così come sono fondamentali i contributi di quattro chef e maestri di grandissimo spessore umano e professionale: Massimo Bonanomi, Diego Bongiovanni, Oris Portanova, Fabio Silva, senza i quali il libro ci sarebbe (o non sarebbe così!), come scrivo nelle pagine a loro dedicate. Quelle che seguono il racconto della mia storia, la sofferenza per l’intolleranza al lattosio e al nichel con cui ora convivo tranquillamente grazie a una diagnosi corretta e a una dieta ricca e gustosissima, tutt’altro che segnata da privazioni.

La parte centrale del libro è dedicata alle ricette “Naturalmente senza”, ovvero senza glutine, lattosio, lieviti e nichel, perché la tavola continui ad essere un irrinunciabile momento di gioia e di piacere. L’ultima parte del libro è dedicata ai suggerimenti su come affrontare il percorso di liberazione dai pregiudizi e dalle difficoltà oggettive legate alle intolleranze alimentari.

Cosa aspetti? Intolleranza Fottiti – Naturalmente senza glutine

Il mio invito è di dare un contributo alla causa acquistando il libro, perché tutto il ricavato sarà devoluto all’Associazione Il Mondo delle Intolleranze impegnata tra le altre cose, come sapete, nella realizzazione della Scuola delle Intolleranze che sorgerà a Basiano.

Buona lettura a tutti! Puoi acquistarlo tramite il sito oppure lo trovi in tutte le maggiori librerie italiane

Seguimi su Instagram e Facebook

Mi trovi sui canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Creerò una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte dai lettori e non abbiate paura. Non criticherò nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta!

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE


Nota per dieta vegetariana

La dieta vegetariana è una scelta, che vanta profili ora etici ora salutistici, ma che pone in essere alcune difficoltà dal punto di vista nutrizionale. Molti studi scientifi affermano che la dieta vegetariana non comporta rischi per la salute se e quando è pianificata in modo equilibrato. Diventare vegetariano non vuol dire mangiare solo frutta e verdura. Si devono consumare anche i legumi, le uova, il latte. I celiaci che vogliono seguire una dieta vegetariana devono fare attenzione ad alcuni cereali: il frumento, l’orzo,  la segale, il farro, il kamut e tutti i prodotti da forno che potrebbe presentare tracce di glutine. Ci sono dei momenti della vita: infanzia, adolescenza, o in periodi di gravidanza e allattamento che può essere utile affidarsi a un medico o un nutrizionista, che saprà consigliare e valutare le scelte più adeguate da fare in base alle esigenze nutrizionali.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


22-04-2016
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti