Identità Golose: creatività e convivialità al centro dell’edizione 2016

identitagoloseCB CarloBeccalli

Identità Golose 2016: continuano le riflessioni iniziate durante Expo

La forza della libertà: questo il tema centrale della tre giorni di Identità Golose 2016, che è andata in scena dal 6 all’8 marzo. Parlare della forza della libertà in rapporto al cibo significa per forza di cose riprendere in mano quelle riflessioni che sono iniziate nel corso di Expo 2015 e non dimenticare la curiosità che ha animato ogni singolo visitatore.

Libertà, quando si discute di cucina, significa anche convivialità e voglia di dare spazio a quegli scambi culturali che, oggi più che mai, sono necessari per dare linfa al settore della cucina e della ristorazione.

Identità Golose: i migliori chef del mondo e la loro visione della creatività in cucina

La dodicesima edizione di Identità Golose ha confermato la formula che ha portato questo evento al successo: i migliori chef del mondo che si alternano a parlare della loro visione della cucina che, come già ricordato, nel corso dell’edizione 2016 ha visto in primo piano il tema della creatività ai fornelli.

Il dodicesimo appuntamento con Identità Golose, che ha avuto luogo presso il MiCo di Via Gattamelata a Milano, si è contraddistinto anche per le prime edizione di alcuni speciali, come per esempio Identità di Formaggio e Identità di Champagne, incontro andato in scena domenica 6 marzo e che ha rappresentato un’ottima occasione per parlare degli abbinamenti tra le bollicine e le creazioni degli chef.

Spazio alla cucina peruviana

Lo scenario di Identità Golose 2016 ha visto un’attenzione importante dedicata alla cucina peruviana, protagonista dell’ultima mattina della kermesse – martedì 8 marzo – grazie soprattutto alla presenza in Sala Auditorium di alcuni dei più famosi chef provenienti dal Paese andino e da Londra.

Il pomeriggio di martedì 8 marzo è stato invece dedicato al cioccolato e all’alta pasticceria e alla pasta, celebrata dalla maestria di alcuni grandi maestri della cucina provenienti da ogni parte d’Italia.

Tra omaggi alla pasticceria italiana, al pane, alla pizza e al panettone – ma anche alla ricchezza della biodiversità marina e al suo rapporto con la cucina – la dodicesima edizione di Identità Golose ha confermato l’importanza di non smettere mai di riflettere e confrontarsi anche a livello internazionale, perché solo lo scambio tra diversi punti di vista culturali è in grado di rappresentare un punto di partenza per tenere alta la qualità del settore dell’alta ristorazione e della cucina.

#IGmi16 @identitagolose

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *