Parliamo dell’olio di palma e di questi biscotti con farina di riso venere

Sicuramente ne avrete sentite di cotte e di crude sull’olio di palma e avete iniziato a controllare con un po’ d’ansia se spunta tra gli ingredienti dei vostri alimenti abituali, ma se non vi è chiaro il motivo di tutta quest’apprensione, o meglio, se magari avete il dubbio sulla sua fondatezza, provate a leggere qui sotto.

I motivi di tanto odio per l’olio di palma sono tanti. Quelli più evidenti però sono i danni per l’ambiente e per l’ecosistema legati alla sua coltivazione.

La sempre crescente richiesta di olio di palma, impiegata in tantissimi prodotti alimentari e in altrettanti cosmetici, per via del basso costo e dell’estrema versatilità, ha spinto i produttori a dedicare sempre più spazio alla coltivazione degli alberi di olio di palma, provocando un notevole disastro ambientale in quei paesi dove sono maggiormente coltivati, in primis Malesia e Indonesia.

La massiccia deforestazione, oltre a essere un danno per l’ecosistema, toglie la casa agli oranghi, animali molto diffusi in quelle zone. Ma non solo i diritti degli oranghi sono calpestati, anche quelli delle migliaia di lavoratori che lavorano nelle coltivazioni.

Ma veniamo ai danni per la salute. L’olio derivato dai frutti della palma non è in sé dannoso, anzi, se consumato fresco è addirittura salutare per certi versi (ad esempio riduce la pressione arteriosa e il rischio di trombosi), diventa dannoso, come per molte altri prodotti naturali, quando è raffinato cioè quando subisce qualche sorta di trasformazione industriale.

Sfortunatamente, la maggior parte dell’olio di palma comunemente usato fa parte di questa seconda categoria.

Quindi, l‘olio di palma che troviamo spesso nei prodotti alimentari e cosmetici non è l’ideale dal punto di vista nutrizionale ma soprattutto è considerato dannoso per la salute perché contiene una grandissima quantità di grassi saturi, gli stessi che troveremmo nel burro, nella margarina e nello strutto, e pochissimo grassi polinsaturi.

Questo tipo di grassi, come sappiamo, favoriscono l’insorgere di malattie cardiache.

E attenzione perché è ancora più grave il fatto che l’utilizzo dell’olio di palma non è limitato ai soli cibi che sappiamo essere grassi, vedi merendine, biscotti, patatine e quant’altro, ma è subdolamente presente in tutti quegli alimenti che, invece, riteniamo più leggeri e sicuri come i prodotti dietetici e biologici.

La soluzione? Armarsi di pazienza e leggere attentamente gli ingredienti prima di fare la spesa, preferendo prodotti che utilizzano olio di oliva. Oppure, ancora meglio, evitando i prodotti confezionati.

L’ideale è preparare a casa quanti più cibi possibili utilizzando ingredienti integrali, poco raffinati e possibilmente biologici.

Se non volete perder tempo a leggere le etichette fateveli da voi i biscotti seguendo la ricetta di Monica che usa l’olio di riso

Ingredienti per 30 biscotti

  • 140 gr. di farina di riso venere
  • 100 gr. di farina di mais finissima
  • 80 gr. di zucchero
  • 80 gr. di olio di riso
  • 1 uovo
  • 1 cucchiaino di bicarbonato
  • 1 cucchiaino di zenzero tritato
  • scorza di 1 limone
  • succo di ½ limone
  • zucchero a velo

Preparazione

Preparate la frolla per i biscotti ponendo su un piano di lavoro la farina di riso venere, quella di mais, lo zucchero, il bicarbonato, l’olio di riso, l’uovo, lo zenzero, la scorza ed il succo del limone e lavorate gli ingredienti fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo.

Formate con l’impasto una palla, avvolgetela nella pellicola trasparente e riponetela in frigorifero per 30 minuti.

Trascorso il tempo necessario infarinate leggermente il piano e lavorate nuovamente la frolla, stendetela poi con l’aiuto di un mattarello e ritagliate i vostri biscotti ponendoli ordinatamente su una teglia foderata con carta forno.

Cuocete i vostri biscotti per 15 minuti a 180°C ed una volta cotti e raffreddati spolverizzateli con lo zucchero a velo.

 

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *