Qualità superiore nei dessert di Selecta

Selecta conosce bene l’importanza di un ottimo dessert, che deve essere parte integrante e irrinunciabile di un ottimo pasto. Non si tratta di un elemento accessorio, da sottovalutare o predisporre con sufficienza. Nella ristorazione italiana molti operatori commettono questo errore, con il risultato di rovinare tutto o comunque inficiare il buon lavoro svolto con le pietanze precedenti.

Il dessert è fondamentale. Deve essere il coronamento, l’atto finale di percorso virtuoso. Per questo Selecta, azienda che seleziona e distribuisce direttamente i migliori prodotti alimentari al mondo, ha dedicato grande attenzione al comparto dolci, scegliendo accuratamente gli ingredienti di qualità superiore per consentire ai pasticceri di effettuare al meglio il proprio lavoro.

Tra le perle contenute nel catalogo Selecta riveste certamente un ruolo di rilievo la Cioccolateria Valrhona, mitica compagnia fondata negli anni Venti da Albéric Guironnet, famosa in tutto il mondo per l’elaborazione di un cioccolato straordinario, frutto di un lungo lavoro di ricerca e di una tradizione artigianale radicatissima: assaggiare il cioccolato affinato a Tain l’Hermitage non lontano da Lione, in Francia, è davvero un’esperienza per certi versi indimenticabile.

Provare per credere, come si suol dire. Si può cogliere la vera essenza del cioccolato migliore, un gusto che conosciamo, eppure sublime e inimitabile quando tocca vette così ragguardevoli. Del resto Valrhona è una garanzia perché reperisce la materia prima nelle piantagioni che regalano le fave più belle e aromatiche. La stessa relazione tra Valrhona e i piantatori è improntata alla ricerca qualitativa.

Il tutto poi viene affinato nel laboratorio francese che è sede tra l’altro dell’Ècole du Grand Chocolat, riferimento di prestigio assoluto per la pasticceria a livello mondiale. Selecta dedica la medesima attenzione alla selezione delle altre materie prime che vanno a comporre il ricco catalogo, dalla frutta secca alle nocciole del Piemonte, dalle mandorle di Sicilia ai celeberrimi pistacchi di Bronte fino alle noci del Perigord giusto per restare in tema di specialità transalpine. Il meglio del meglio anche in questo caso. Un campionario di delizie meraviglioso, in grado di fare la felicità di ogni gran pasticcere. E naturalmente, di conseguenza, la felicità di noi consumatori!

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *