Baccalà con consommé di cavolo viola in moka

Tempo di preparazione:

Baccalà, uno dei pesci più saporiti e nutrienti cucinato con ingredienti raffinati

Oggi parliamo di cucina per intolleranti raffinata e, in particolare, di una ricetta che mette in primo piano uno dei pesci più gustosi e nutrienti. Di cosa sto parlando? Del baccalà, che viene qui proposto abbinato a ingredienti come il cavolo viola in moka e la cipolla, in un trionfo di sapori che lascerà i vostri ospiti a bocca aperta, soddisfacendo anche chi ha problemi d’intolleranza al lattosio.

Davvero chi pensa che la vita degli intolleranti sia una sequela di sacrifici alimentari deve fermarsi un attimo e dare un’occhiata a questa straordinaria ricetta. Voi siete pronti a scoprirne i segreti?

Perché mangiare baccalà fa bene? Vediamolo assieme

Per comprendere la bontà di questa ricetta non potevamo che concentrarci sull’ingrediente principale, ossia il baccalà. Cosa sapete delle sue proprietà benefiche? Innanzitutto è bene ricordare che sono conosciute fin da tempi antichissimi.

Il baccalà ha infatti fatto parte da sempre della dieta di chi ama i pesci energizzanti. In questo caso le proprietà salutari non si fermano certo qui, dal momento che comprendono anche un’importante quantità di proteine, addirittura superiore a quella della carne.

Non ci credete? Bene, vi basti pensare che in un etto di baccalà sono contenuti circa 40 grammi di proteine, mentre in un etto di carne rossa ne sono contenuti 20. Fantastico, vero? Ecco una fonte proteica alternativa alla carne rossa e decisamente più salutare in quanto più digeribile.

Tra le caratteristiche che rendono il baccalà salutare è possibile ricordare anche lo scarsissimo contenuto di grassi, che rende questo pesce un amico importante della salute del cuore! Davvero un elisir di salute gustosissimo, perfetto per chi ama cucinare pesce lasciandosi prendere da quella creatività che permette di lasciare stupito qualsiasi ospite!

Viva il baccalà, un pesce amico del cuore e della bellezza

Pensavate che le proprietà del baccalà fossero finite? Non è affatto così! Parlare di questo pesce significa infatti chiamare in causa il contenuto di grassi omega 3, lipidi amici della salute in quanto aiutano a tenere sotto controllo non solo i processi di ossidazione, ma anche la presenza del colesterolo cattivo LDL.

Contraddistinto da proprietà drenanti, il baccalà è anche un alleato della bellezza, in quanto contribuisce a prevenire la cellulite. Direi che vale proprio la pena utilizzarlo come ingrediente principale di un secondo così speciale (la ricetta è dello chef Daniele Zennaro), preparato mettendo in primo piano un mix raffinato di sapori e profumi.

Ingredienti per 4 persone:

  • 4 filetti di baccalà dissalato

Per il consommé in moka: 

  • Foglie di scarto di cavolo viola o ritagli fatti essiccare e frullati

Per la cipolla bruciata:

  • Cipolla bianca
  • Carbonella

Per la guarnizione:

  • Germogli di cavolo riccio
  • Sale Maldon
  • Olio extravergine d’oliva 

Preparazione cipolla bruciata

Far scaldare la carbonella fino a quando non diventa incandescente e appoggiarvi sopra una griglia e la cipolla bianca tagliata in 4 e sfogliata, far bruciare bene il lato esterno dei petali e poi passarla all’essiccatore per eliminare l’eventuale presenza di acqua.

Una volta secca frullarla al Bimby e risulterà una polvere secca dal profumo di cipolla tostata, conservare in un vasetto ermetico.

Per il consomme in moka di cavolo viola:

Caricare una moka da 6 persone con l’acqua e il filtro a metà con la polvere di cavolo viola. Mettere sul fuoco e portare ad ebollizione. Filtrarlo dai residui che possono salire e conservare in una teiera calda per il servizio.

Nel frattempo cuocere i tranci di baccalà a vapore per 3 minuti.

Presentazione:

Privare il baccalà della pelle e spolverizzare la superficie con la cipolla bruciata e sistemarlo al centro di una fondina, aggiungere a lato dividendo sui piatti il consommé di cavolo viola.

Completare il piatto con qualche goccia di olio extravergine d’oliva sul consommé, qualche fiocco di sale Maldon sul baccalà e dei germogli di cavolo riccio.

 

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *