Dal debutto al successo: ecco come Granarolo ha conquistato i consumatori Italiani

Granarolo: tutto parte da un piccolo consorzio

Nelle nostre cucine ci sono sempre più spesso i prodotti Granarolo, buoni, salutari e ricchi di sostanze nutritive. Ma da dove nasce tutta questa bontà, genuinità e qualità? Nasce principalmente dalla passione per la sana alimentazione e dalla selezione delle migliori materie: questi sono i principi sui quali questa azienda agroalimentare italiana si basa fin dagli esordi del 1957.

Quest’ultimo è l’anno in cui venne fondato il Consorzio Bolognese Produttori Latte, che ben presto divenne noto appunto come “Granarolo”. Anno dopo anno, questo consorzio ha avuto modo di crescere ed evolversi, fino ad arrivare all’azienda leader del settore che è tutt’oggi. Ricerche, innovazione e promozione del benessere del consumatore sono i fattori che caratterizzano la mission di questo brand.

Ma facciamo un salto indietro nel tempo e andiamo a scoprire nel dettaglio i progressi di questa azienda.

Anno dopo anno tanti piccoli passi che hanno conquistato milioni di consumatori

Come abbiamo detto, tutto comincia nel 1957. Inizialmente, si trattava di un gruppo di allevatori impegnati a fare un buon lavoro per curare le proprie mucche, raccogliere il latte, per poi lavorarlo e commercializzarlo. Con il passare del tempo, i macchinari aumentavano e anche i produttori facenti parte del consorzio diventavano sempre più numerosi. Già nel 1959 la produzione di latte presentava un forte incremento e si iniziavano ad usare gli autocarri per la distribuzione.

Ogni anno, Granarolo si ampliava, fino ad arrivare agli anni ’70, quando iniziò il periodo delle acquisizioni, che tutt’oggi continua. Tutto questo ha portato l’azienda a proporre diversi tipi di prodotti alimentari, a incorporare tanti famosi brand e a proporre linee di alimenti prettamente biologici, ma anche prodotti a base di soia, nonché alcuni privi di lattosio e/o glutine.

Pensate che il primo latte delattosato che ha esordito in Italia è Accadì, un brand Granarolo, nel lontanissimo 1976.

All’interno dell’offerta dell’azienda possiamo trovare anche i prodotti ideali per i bambini, per gli sportivi e per coloro che desiderano perdere peso. Pertanto, possiamo dire con certezza che il Gruppo Granarolo è arrivato a conquistare il mercato, soddisfacendo costantemente le esigenze di diverse tipologie di consumatori, privilegiando sempre le migliori materie prime e avvalendosi di processi produttivi a minor impatto ambientale.

Salute, benessere e bontà si uniscono quindi all’innovazione e alla tradizione diventando le principali caratteristiche di ogni singolo prodotto che ogni giorno portiamo sulle nostre tavole.

Ecco i numeri da non sottovalutare

Questa storia fatta di passione, progressi e alta qualità, ha portato quest’azienda a diventare la più importante filiera italiana del latte. Tutto è partito da un piccolo consorzio di mezzadri bolognesi, mentre adesso si tratta di oltre un migliaio di allevatori che si trovano in ben 12 regioni italiane e dell’attività di 14 stabilimenti in Italia (alcuni piccoli e altri grandi) e 6 all’estero. La missione del Gruppo oggi è di portare anche nel mondo i migliori prodotti del nostro Made in Italy, valorizzando anche la parte agricolo-allevatoriale, che ancora oggi detiene il controllo.

È utile sapere anche che sono milioni i consumatori che ogni giorno scelgono i prodotti di Granarolo. In poche parole, questa realtà aziendale ha alle spalle una storia fatta di esperienza ed eccellenza, ma ha anche i numeri dalla sua parte.

Queste cifre che ci fanno capire sempre più quanto gli alimenti proposti siano genuini, sani e apprezzati e hanno fatto sì che, adesso, il piccolo Consorzio Bolognese Produttori Latte sia diventato una delle più importanti aziende agroalimentari in Italia e nel mondo.

 

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *