Stollen: il dolce ricco che allieta occhi e palato

Ci sono dolci e dolci. Non tutti sono uguali, sia all’aspetto che al gusto.

Sembrerà banale, ma anche la semplice presenza di una glassa su un dolce fa la differenza in termini di gradevolezza e plauso da arte dei commensali.

Per non parlare dei bambini che, alla prima occhiata, in una frazione di un paio di secondi, sanno abilmente orientarsi circa la decisione di gustare o meno un dolce a seconda del giudizio che se ne son fatti. Noi adulti, in vero, non ci discostiamo più di tanto da questo strategico approccio, e siamo avvezzi a valutare le golosità per le quali vale la pena assumere qualche caloria in più.

Vogliamo mettere a confronto lo stollen, ad esempio, un dolce a base di uvetta, canditi, zenzero, vaniglia, con un misero e pur nobile pan di spagna?

Si tratta di due dolci sullo stesso piano, per carità, ma la ricchezza degli ingredienti che caratterizza il primo non può reggere il confronto.

Uvetta sultanina e candidi: simboli del Natale da gustare tutto l’anno

La presenza di uvetta e canditi fa la sua implacabile e puntuale presenza nei panettoni natalizi.

La loro fama a livello internazionale si è diffusa proprio in ragione di tale imperativo abbinamento.

Ma chi lo dice che si tratti dell’unica destinazione che tale frutta deve avere? Le proprietà di queste ultime sono in effetti tali che è un bene affrancarsi da tale abbinamento esclusivo ed iniziare a destinare uvetta e canditi anche per la preparazione di altri dolci: la realizzazione dello stollen, rappresenta, a tale proposito, una buona occasione per iniziare.

Uvetta sultanina e candidi possiedono in effetti indiscusse proprietà benefiche: la prima si rivela inaspettatamente ricca di fibre, al punto che può risultare estremamente utile contro la stitichezza, nonché di potassio, utile in particolare agli sportivi. I candidi, in quanto prodotti dalla buccia della frutta, sono naturalmente ricchi di vitamine.

Zenzero: il tubero dalle mille proprietà sconosciute

Negli ultimi anni lo zenzero sta divenendo protagonista di moltissime ricette, di tisane di ogni genere. Il motivo è da ricondurre alle recenti risultanze che lo vedono ricco di effetti benefici, soprattutto a carico del tratto gastrointestinale.

Di recente un gruppo di ricercatori del Hormel Institute (Università del Minnesota), dopo aver analizzato lo zenzero, ha rilevato in esso delle proprietà antitumorali a carico del colon-retto, una caratteristica di carattere terapeutico che già di per sé giustifica il suo consumo.
Lo zenzero cela oltretutto delle spiccate proprietà antinfiammatorie, rendendosi in grado di alleviare il mal di testa e ridurre efficacemente i dolori articolari e muscolari.

Per tutti i golosi che intendano darsi alla preparazione di questa favolosa ricetta ecco riportati dettagli.

Ingredienti per 10 persone

  • 150 gr. di frutta candita mista a cubetti
  • 80 gr.  di uvetta sultanina
  • 1 dI di Rum
  • la scorza di 1 limone non trattato
  • 10 gr. di zenzero fresco
  • 2,5 dI di latte vegetale
  • 1 bustina di lievito in polvere per dolci
  • 1 cucchiaino di miele millefiori
  • 760 gr di farina manitoba
  • 1 baccello di vaniglia
  • 350 gr di burro chiarificato
  • 2 uova
  • 1 cucchiaino di cannella in polvere
  • noce moscata
  • 2 gr di anice stellato in polvere
  • 200 gr di zucchero
  • 50 gr di nocciole sgusciate
  • 50 gr di mandorle sgusciate
  • 60 gr di zucchero al velo
  • sale

Preparazione

Ammollate la frutta candita e l’uvetta in acqua tiepida e 0,8 di di Rum, grattugiate la scorza di limone e lo zenzero.

Scaldate 5 cucchiai di latte, scioglietevi il lievito, unite il miele e mescolate.

Setacciate 700 g di farina, disponetela a fontana in una terrina, versate al centro il lievito e impastate solo al centro. Coprite con un telo da cucina e lasciate lievitare nel forno spento e chiuso per 30 minuti.

Incidete il baccello di vaniglia nel senso della lunghezza e immergetelo nel restante latte tiepido, sciogliete 300 g di burro su fiamma bassa e lasciatelo intiepidire, scolate la frutta candita e l’uvetta, tamponatele con carta assorbente da cucina e passatele in 40 g di farina.

Tostate le nocciole e le mandorle, poi tritatele. Sbattete le uova con il latte vanigliato (dopo aver tolto il baccello), unite 1 cucchiaino di sale, la cannella, 1 grattata di noce moscata, l’anice stellato, la scorza di limone e lo zenzero grattugiati.

Impastate la farina e la pastella lievitata fino a ottenere un composto omogeneo, quindi incorporate nel composto uova e latte, lo zucchero e il resto del Rum e per ultimo il burro fuso intiepidito.

Impastate per almeno 15 minuti, amalgamando anche le nocciole e le mandorle, l’uvetta e la frutta candita. Disponete l’impasto sul piano di lavoro infarinato, formate una palla, trasferitela in una terrina, coprite con un telo da cucina e lasciate lievitare nel forno per 1 ora.

Preriscaldate il forno a 180°C.

Stendete l’impasto in un rettangolo, schiacciandolo al centro per conferire maggiore spessore a uno dei lati lunghi, ripiegate verso l’interno i lati corti e modellate con le mani per dargli una forma regolare. Disponete in una teglia rivestita di carta da forno e cuocete per circa 1 ora.

Sfornate, spennellate lo stollen con il restante burro fuso, cospargetelo con zucchero al velo e lasciatelo raffreddare su una gratella rialzata. Avvolgetelo in carta alluminio e fatelo risposare per 48 ore in luogo fresco e asciutto prima di servirlo.

 

Preparazione : 1 ora e 20 minuti + 1 ora e 30 minuti di lievitazione

+ 48 ore di riposo della preparazione finale

Cottura : 1 ora e 10 minuti

 

 

 

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *