Carne bianca: la soluzione per un pasto rapido quando si lavora

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Ancora nessun voto)
Loading...Loading...
  • Porzioni per
    2 persone
SottilissimeAIA

Il consumo di carne bianco è fondamentale per un regime alimentare sano. Ecco un’idea gustosa per mangiarla!

Sono sempre di più le persone che svolgono un’attività lavorativa da remoto e che necessitano di soluzioni rapide e sane per quanto riguarda la preparazione dei pasti. La carne bianca è una risposta perfetta alla domanda di chi cerca un’idea per un pasto energetico, digeribile e soprattutto salutare.

Le proprietà della carne bianca

La carne bianca rappresenta un’alternativa di grande importanza nell’ambito di un regime alimentare sano. Per quale motivo? Prima di tutto perché è caratterizzata da un contenuto di grassi notevolmente inferiore rispetto alla carne rossa, poi perché è notoriamente ricca di proteine.

Le carni bianche – quelle di pollo, coniglio, tacchino, maiale – non dovrebbero mai essere escluse dall’alimentazione quotidiana in quanto contengono gli amminoacidi essenziali, ossia quelli che l’organismo non è in grado di sintetizzare autonomamente ma deve assumere attraverso l’alimentazione.

Un’altra particolarità importante della carne bianca è la presenza di amminoacidi ramificati – stiamo parlando di vanina, leucina e isoleucina – che risultano facilmente scomponibili durante il processo digestivo e per questo maggiormente digeribili.

Carne bianca: come sceglierla senza sbagliare

La scelta della carne bianca è fondamentale. Gli ultimi dati diffusi dall’OMS hanno portato in primo piano un allarmismo senza dubbio eccessivo, che può essere dimenticato ricordando qualche semplice consiglio di buonsenso.

Per scegliere bene la carne bianca è necessario prima di tutto controllare l’etichettatura, facendo attenzione alla presenza di dati rilevanti come il tipo di animale, il luogo in cui è stato allevato, la specificazione relativa alla presenza di eventuali additivi.

Altra cosa essenziale da controllare è l’odore: se la carne bianca ha un odore che tende al fruttato o che ricorda quello dell’ammoniaca è molto probabile che sia in corso un processo di alterazione.

Ultimo ma non meno importante suggerimento da tenere presente riguarda l’igiene del luogo dove si sceglie di acquistare la carne, che può essere appurato osservando particolari apparentemente piccoli ma nodali, come per esempio il fatto che il personale che vi lavora abbia i capelli raccolti.

I piatti a base di carne bianca rappresentano una soluzione molto comoda per chi lavora da casa e ha intenzione di preparare un pasto veloce ma sano. Per chi cerca consigli specifici oggi c’è una ricetta molto particolare, che ci porta direttamente nelle affascinanti terre asiatiche, dove la cucina è sinonimo di sapori, colori e amore per il dettaglio.

Ecco una ricetta perfetta per beneficiare di tutte le proprietà della carne bianca al lavoro: le Sottilissime di Tacchino Asian style.

La ricetta la trovate anche qui sul sito Aia

Ingredienti per 2 persone

  • 1 confezione sottilissime di tacchino AIA
  • 1 bicchiere latte di cocco
  • 1 cucchiaino senape in polvere
  • 1 lime
  • 1 tazzina di caffè riso Basmati
  • 2 cucchiaini olio extravergine di oliva
  • q.b. sale

Procedimento

  1. Marinate le sottilissime Aia nel latte di cocco in cui avrete stemperato la polvere di senape.
  2. Lasciate riposare, in frigorifero per almeno un paio di ore.
    Terminato il tempo della marinatura, sciacquate  il riso fino a quando l’acqua non sarà completamente trasparente.
  3. Mettete il riso sciacquato in un tegame e versate acqua fredda fino a coprire completamente il riso.
  4. Coprite il tegame con un coperchio e fate cuocere a fuoco basso fino a quando l’acqua sarà stata completamente assorbita dal riso. Ci vorranno circa una decina di minuti per concludere questa operazione.
  5. Una volta pronto, condite il riso con il sesamo leggermente tostato in padella (basteranno pochi attimi), la buccia del lime grattugiata, qualche goccia di succo di lime e l’olio extravergine di oliva.
  6. Trasferite il riso in due ciotole a cupola e lasciate riposare.
    Mentre il riso si raffredda, scaldate una piastra per cuocere la carne. La superficie deve essere rovente.
  7. A questo punto scolate leggermente le fette di tacchino e posizionatele sulla piastra.
  8. Fate cuocere fino a doratura. Salate leggermente.
  9. In piatti piuttosto ampi sistemate la cupola di riso capovolgendo le ciotole. Adagiatevi accanto il tacchino al cocco. Servite quando la carne è ancora ben calda.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *