Salsa di fichi e aceto balsamico: aromi coinvolgenti in una ricetta ricercata

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Ancora nessun voto)
Loading...Loading...
  • Tempo Totale
Salsa di fichi e aceto balsamico

Salsa di fichi e aceto balsamico: una preparazione che stupisce

I fichi sono dei frutti decisamente speciali, perché con il loro sapore zuccherino sanno offrire un’esperienza sensoriale unica a chi li assaggia. Si tratta di frutti succosi, che accompagnano la fine dell’estate con il loro profumo soave e con una consistenza che si presta a essere gustata morso dopo morso.

I fichi sono protagonisti di tante composte, marmellate ed emulsioni, come la salsa ai fichi e aceto balsamico, una ricetta interessante quanto originale che sa accompagnare alla meraviglia gli snack più raffinati e diventare la base alternativa per accompagnare deliziose selezioni di formaggi misti.

Salsa di fichi e aceto balsamico: una preparazione che stupisce

La salsa di fichi e aceto balsamico sa accordare la dolcezza dei fichi al sapore pungente ed e aromatico dell’aceto balsamico. Si tratta di un preparato raffinato, adatto a chi segue una dieta vegetariana e vegana e a tutte le persone che scelgono di portare avanti un’alimentazione attenta e bilanciata. L’apporto zuccherino dei fichi sa infatti combinarsi con la ricercata asprezza dell’aceto balsamico, in un connubio di sapori che può essere gustato con i migliori prodotti da forno diventando un ottimo antipasto, ma sa anche diventare protagonista assoluto del fine pasto, in associazione ai formaggi o a speciali dolci al cucchiaio.

Una salsa votata al benessere

Non tutti sanno che i fichi sono frutti molto benefici per la salute. La composizione della loro polpa è ricchissima di mucillagini, quindi i fichi sono ideali per le persone che lamentano un transito intestinale pigro e che cercano di migliorare la propria digestione. I fichi sono inoltre ricchi di preziose vitamine e sali minerali, sono un ottimo spuntino energetico e contengono anche molta acqua, quindi sono ideali per chi ricerca frutti sani ed idratanti da inserire nella dieta quotidiana. 

Non tutti sanno che…

Ed ecco svelata qualche curiosità in merito all’aceto balsamico. Non tutti sanno che l’aceto balsamico è un prodotto regionale di alta qualità, che concentra la sua produzione in alcune zone dell’Emilia Romagna. I documenti antichi ne attestano la produzione a partire dall’anno mille, ma molto probabilmente si tratta di un preparato ancor più antico, quasi leggendario. L’aceto balsamico vanta un profumo speciale e un aroma inebriante, frutto di un invecchiamento che dura come minimo dodici anni e che si propone sapiente e accurato. Il risultato è un prodotto di eccelsa qualità, che sa rendere ogni piatto più conturbante e che è impiegato con gioia nella preparazione di tante ricette creative in cucina.

Non ci resta ora, dunque, che passare in rassegna degli ingredienti e della preparazione di questa straordinaria salsa di fichi e aceto balsamico!

 

Ingredienti per

  • 2 chili fichi maturi
  • 500 gr zucchero di canna
  • 2 limoni biologici
  • q.b. aceto balsamico di ottima qualità

Procedimento

  1. Sbucciate i fichi maturi e divideteli in quattro spicchi. Posizionateli quindi a macerare in una terrina con la scorza grattugiata dei limoni e il succo per almeno ¾ d'ora. Una volta trascorso il tempo di macerazione, mettete il contenuto della terrina in una pentola antiaderente dalla misura capiente, aggiungete lo zucchero e cuocete a fiamma molto bassa per quarantacinque minuti. Mescolate ogni tanto per evitare che lo zucchero si posi sul fondo e che i fichi si rompano. Quando comincia ad addensarsi aggiungete l'aceto balsamico.
  2. Appena la salsa diventa granulosa e non è troppo liquida spegnete il fuoco. Riempite i vasetti con la salsa ancora calda e chiudete ermeticamente il tappo. Procedete quindi alla sterilizzazione e mettete i vasetti in una pentola ricoperti completamente di acqua e fateli bollire per 40 minuti dall'inizio del bollore. Lasciateli quindi raffreddare nella stessa pentola e conservateli in un luogo fresco, asciutto e al riparo dalle fonti di calore.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *