446^ edizione della Fiera Fredda … e la tradizione della gastronomia cuneese prende vita  

Sarà una giornata da non perdere quella del sabato 5 dicembre 2015, che vedrà aprire il sipario alla 446^ edizione della Fiera Fredda, l’evento che allieterà le strade cittadine, all’interno del padiglione attrezzato dello straordinario Palazzo Bertello.

L’evento storico rappresenta una straordinaria occasione di conoscere e gustare uno dei prodotti più alti della gastronomia del cunese, la chiocciola helix pomatia alpina, uno dei capisaldi delle eccellenze del luogo.

Si tratta di un appuntamento da non perdere che darà la possibilità di operare un confronto con una realtà che ha davvero tanto da offrire.

Nel corso dell’evento non mancherà anche la degustazione di altre specialità: gnocchi al Castelmagno, polenta con salsiccia, bollito alla piemontese, ula au furn ed altri eccellenti piatti locali faranno la loro bella presenza tra gli stand della fiera regalando gusto e profumi straordinari.

Storia ed origini del consumo alimentare della chiocciola

Il consumo di lumache affonda le sue origini nella notte dei tempi.

E’ addirittura in epoca romana che la popolazione del tempo iniziò a dedicarsi alla coltivazione delle lumache, considerate piatto pregiato, riservato a pochi eletti.

Dopo la caduta dell’Impero romano, da primizia che era iniziò ad assurgere a piatto dei poveri, destinato ad essere consumato da coloro che versavano in ristrettezze economiche.

Trattandosi di un alimento del tutto sui generis, né carne né pesce, iniziò ad essere designato quale alimento doc per il digiuno, per scelta dei monaci benedettini dell’antica abbazia di Borgo S.

Dalmazzo. Un cibo questo tutto sommato sostanzioso, che divenne ancor più pregiato grazie alla somministrazione alle chiocciole di erbe profumate ed aromatiche caratteristici dei pascoli montani.

Nel XX secolo le chiocciole hanno acquisito un ruolo di lustro e prestigio nella nostra gastronomia, in particolare la specie Helix pomatia Alpina, la qualità più pregiata che oggi esiste al mondo.
L’evento si collocherà nel suggestivo scenario del Borgo San Dalmazzo (Cuneo) nel Centro Storico del paese, presso l’edificio comunale multifunzionale “ex Officine Bertello”.
Esso avrà luogo dal 4 all’8 dicembre 2015.

Ecco gli orari dell’evento: venerdì 4 dicembre e sabato 5 dalle 16,00 alle 22,00, domenica 6 e lunedì 7 dalle 10,00 alle 22,00, martedì 8 dicembre dalle 10,00 alle 18,00.

L’ingresso è gratuito, mentre per gustare i prodotti eno-gastronomici ivi presenti sarà richiesto di sostenere un piccolo costo.

Per avere maggiori informazioni consultare il sito www.fierafredda.it o contattare l’Ufficio Turistico di Borgo San Dalmazzo (0171.266080 – info@fierafredda.it).

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *