Prevenire la celiachia è possibile: prova il piccolo farro

pane con piccolo farro
Commenti: 0 - Stampa

Prevenire la celiachia è possibile: prova il piccolo farro. Le restrizioni alimentari alle quali l’intolleranza al glutine costringe molti italiani sono, a volte, davvero insopportabili. Nessuno si meravigli se, specie i più giovani, giungano ad apportare alcune “limature” alla propria dieta … pagandole poi a caro prezzo.

Eppure una via d’uscita c’è ed è rappresentata proprio da un cereale: il piccolo farro. Assurdo che appaia, è proprio il farro a poter regalare ai soggetti intolleranti al glutine un rimedio genuino e salvifico per vivere più liberamente il consumo di cibi.

Inutile dire come tale possibilità abbia riscosso un immediato appeal da parte dei soggetti intolleranti al glutine nei confronti di questo cereale.

Ma quali sono i fondamenti scientifici di questo enunciato? E di cosa si tratta precisamente? Scopriamolo insieme.

Piccolo farro, il cereale che aiuta

E’ il Consiglio Nazionale delle Ricerche -per chi meglio ne conosca l’acronimo: CNR-  ad aver annunciato che il piccolo farro contiene una tipologia di glutine molto più digeribile rispetto a quella presente nel grano tenero. Tanto renderebbe questo cereale indicato per i soggetti sensibili a questa sostanza, rappresentando dunque un valido aiuto contro la celiachia.

E’ intuitivo come esso non possa combatterla, ma una cosa è certa: il piccolo farro consente di prevenirne l’insorgere nei soggetti già geneticamente predisposti a questo disturbo.

Ad essere messo sotto esame dai ricercatori del Consiglio Nazionale delle Ricerche sono state proprio le molecole del glutine, il quale è risultato, in questo cereale, per così dire più “fragile”, dunque meno tossico: la parte proteica del glutine verrebbe, sempre stando a precisi studi condotti, ad essere distrutta durante il processo di digestione.

Qualche curiosità …

Questo salvifico cereale ha origini molto antiche. Più comunemente conosciuto come “monococco” il piccolo farro viene annoverato quale uno dei primi cereali  “addomesticati” dall’uomo addirittura già intorno al 7500 a.C. a partire dal Medio Oriente.

Il piccolo farro si presenta come una pianta a taglia media le cui spighe contengono generalmente solamente un chicco. All’apparenza di presenta con un “grano vestito” che, sia pur più scarso nel rendimento da parte di chi lo lavora, si rivela molto più resistente dal punto di vista dell’adattamento, nonché  un ottimo candidato, dal punto di vista nutrizionale, per la produzione di farine.

Poco calorico, contiene una buona dose di carboidrati e risulta particolarmente ricco di fibre e perciò stesso valido coadiuvante della funzione intestinale.

La prevenzione rappresenta il primario strumento nelle nostre mani in grado di preservare la nostra salute. Nell’ultimo secolo si è raggiunto un significativo grado di controllo per alcune patologie ma ciò non solo grazie all’ausilio di misure preventive, quali le vaccinazioni e controlli sanitari, ma anche per via dell’attenzione nei riguardi degli alimenti che possono ingenerare disturbi diffusi in capo ai consumatori.

Un canale questo sempre più monitorato, ed a ragione, vista la crescente e preoccupante minaccia che purtroppo può essere rappresentata, appunto, dagli alimenti più comuni e diffusi sulle nostre tavole.

Seguimi su Instagram e Facebook

Mi trovi sui canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Creerò una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte dai lettori e non abbiate paura. Non criticherò nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta!

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Torta Raffaello

Le migliori ricette senza glutine, ottimi piatti glutenfree

Un approfondimento sulla cucina gluten-free Le ricette senza glutine sono un mondo tutto da scoprire, adatte a chi ha ricevuto una diagnosi di celiachia da poco, e deve modificare in modo permanente...

Rotolo di focaccia con salame

Gli insaccati e i salumi sono sempre gluten-free?

Alimenti gluten-free, una questione delicata Tra gli insaccati, i salami sono davvero privi di glutine? Il dubbio emerge sempre quando si scopre di essere celiaci. D’altronde la paura più grande...

utensili da cucina

Utensili da cucina: attenzione alla contaminazione

Organizzarsi con gli utensili da cucina per evitare la contaminazione dei cibi? Come evitare la contaminazione degli utensili da cucina? Come organizzarsi al meglio per evitare che il glutine possa...

covid19 e celiachia

Covid19 e celiachia, facciamo un po’ di chiarezza

Covid19 e celiachia : esiste un nesso? Covid19 e celiachia, facciamo un po’ di chiarezza. In questo anno drammatico sono sorte domande di ogni tipo, timori e ansie. Eh sì, alcune di queste...

Celiachia e situazioni scomode

Celiachia e situazioni scomode, come risolverle al meglio

Il celiaco e le sue relazioni con il resto del mondo Celiachia e situazioni scomode, come risolverle al meglio. La celiachia è una patologia “strana”. Può avere risvolti sanitari importanti,...

News su Celiachia e intolleranza al glutine

News su Celiachia e intolleranza al glutine

Un'intolleranza sempre più diffusa tra adulti e bambini. News su Celiachia e intolleranza al glutine. La celiachia rappresenta un’intolleranza sempre più diffusa, motivo questo per essere al...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


13-10-2015
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti