Gluten Free Days: grande successo per la terza edizione

Il 10 e l’11 ottobre è andata in scena a Roma la terza edizione del Gluten Free Days, la manifestazione dedicata all’alimentazione di chi soffre di celiachia.

L’evento, che in occasione dell’edizione 2015 è stato prolungato per un giorno in più, è andato in scena presso il Palazzo dei Congressi dell’EUR e ha visto ancora una volta l’attrice Gaia de Laurentiis nelle vesti di madrina (la quaranticinquenne romana è da anni in prima linea per quanto riguarda le informazioni sulla celiachia in quanto il suo primo figlio soffre di questa patologia).

Gluten Free Days: degustazioni e corsi di cucina

L’attenzione al mondo della celiachia è da anni molto alta, come dimostra l’aumento di scelta di alimenti nella grande distribuzione.

Gluten Free Days ha rappresentato anche per il 2015 un punto di riferimento imprescindibile in merito, grazie alle numerose occasioni di degustazione e ai corsi di cucina con gli chef gluten free Marco Scaglione e Marcello Ferrarini.

Ampio spazio è stato dedicato anche all’educazione alimentare, con laboratori pratici per i bambini, approfondimenti incentrati sul rapporto tra celiachia e scelte alimentari vegane o vegetariane e un convegno di alto spessore scientifico dal titolo “Dieta senza glutine, allergie alimentari e stili di alimentazione: è possibile una convivenza?”.

Gluten Free Days: più spazio per le aziende

 

Parlare di celiachia e di alimentazione senza glutine significa anche aprire il capitolo dedicato alle aziende attive nel campo, che sono sempre di più e sempre più attente alla loro visibilità online e offline.

Gluten Free Days, forte del successo dell’edizione 2014 con i suoi 6000 visitatori, ha voluto dare ancora più spazio agli stand aziendali (i nomi in lista erano oltre 80), dislocati su un’area di quasi 1000 mq in una location prestigiosa quale è il Palazzo dei Congressi all’EUR.

Uno specifico evento è stato dedicato al mondo del food blogging. Alcune tra le più importanti protagoniste di questo scenario sono state invitate a cucinare davanti al pubblico e a presentare le ricette che le hanno rese un punto di riferimento per chi cerca informazioni online sulla celiachia.

Durante la manifestazione non è stato trascurato l’argomento della diagnosi, che i visitatori hanno avuto modo di effettuare gratuitamente grazie a una partnership con la Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli (in caso di esito positivo sono stati inviati i referti a domicilio).

Punto d’incontro nevralgico tra scienza e buona cucina, Gluten Free Days si è rivelato ancora una volta un evento d’importanza capitale per chi soffre di celiachia e non ha intenzione di rinunciare a un’alimentazione gustosa, sana e sostenibile per l’ambiente.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *