Host, la fiera biennale dedicata al mondo HoReCa: la gastronomia si veste di tecnologia 

Host, la più grande e internazionale fiera dedicata alla ristorazione professionale si svolgerà con il suo consueto appuntamento ,a breve a Milano, con l’esattezza il prossimo 23-27 ottobre.

La notizia ha già fatto il giro del web: la curiosità la fa da padrona ed ancor di più perché essa avrà tra i suoi settori d’interesse, come indiscusse protagoniste la pasta e le pizza, i due alimenti che regnano sovrani sulle nostre tavole. Anche al pane, che da sempre incarna l’emblema della fatica dell’uomo, verrà assegnato un ruolo di alto privilegio, volto ad esaltare tutte le proprietà da sempre note in tutte le popolazioni del mondo, alla scoperta delle mille differenti preparazioni che vedono coinvolte farine e cereali un  tempo poco conosciute.

Pane, pizza, pasta: una delle principali aree tematiche della fiera più attesa dell’anno

Che la pasta, il pane e la pizza assurgano a più acuta rappresentazione della nostra tradizione gastronomica non è certo una novità.

Simbolo di genuinità, essi hanno da sempre reso “off topic” qualsiasi altra analoga proposta proveniente dall’estero. Eh già, perché la nostra pizza, così come la nostra pasta, non ammettono omonimi oltre confine, assurgendo a piatti della tradizione “inviolabili”.

Gli ingredienti sono sempre quelli di un tempo, e i segreti celati dietro la relativa preparazione, beh, quelli si tramandano da generazione in generazione con assoluto riserbo.

Qualcosa solo sta cambiando: gli strumenti di lavorazione.

Pensiamoci, un tempo per la preparazione del pane, era necessario un lavoro immane, articolato, analogamente a quello richiesto per la finitura di pasta e pizza.

Oggi, la tecnologia, da sempre alleata dell’uomo, fedele amica dei lavoratori, ci viene incontro donandoci strumenti straordinari che consentono di alleggerire un lavoro troppo spesso arduo, a volte davvero estenuante. Ed ecco alla fiera Host saranno presentati nuovi impianti, nuove attrezzature e macchine per la lavorazione e l’efficiente conservazione degli alimenti senza togliere spazio al food che resta il principale protagonista di questo grande appuntamento della nostra tradizione gastronomica.

La reinterpretazione della cucina italiana a livello internazionale

Questa manifestazione leder mondiale della ristorazione professionale , si rivela un appuntamento assolutamente unico, da non perdere, in cui innovazioni e tendenze nel mondo della ristorazione e dell’ospitalità non finiscono di sorprendere.

Nel settore che ha per oggetto pasta, pane e pizza, Host mette in vetrina aziende e tecnologie di altissimo livello e una gamma completa di prodotti della filiera dell’arte bianca, confermandosi hub internazionale del settore.

Cucina e tecnologia rappresentano un binomio perfetto per favorire le innovazioni nel settore della gastronomia, un eccellente ibrido veicolo di business in tutto il mondo.

E, in questo scenario, non poteva di certo mancare il coinvolgimento dei nostri più grandi chef nazionali, che hanno saputo tradurre in mille lingue i nostri più cari piatti della nostra cucina, mantenendone fermi ingredienti e procedimenti di preparazione.

In testa a tutti i nostri cari chef napoletani, la cui pizza assurge in tutto il mondo ad emblema di perfezione impossibile da clonare.

Non ci resta dunque che attendere: le aspettative sono tante quante le novità in cantiere in un settore, come quello gastronomico, sempre più ricercato ed apprezzato.

Invito tutti i miei amici e colleghi che sono nel settore ristorazione ed ospitalità a partecipare alla Fiera. Potete registrarvi direttamente seguendo il link per potervi registrare: http://ticketonline.fieramilano.it/host/2015/buy/index.jsp?lang=it
Vi aspetto!!!!!!!!!!!

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *