Ricetta dei biscotti con farina di riso e farinaccio della Riserva San Massimo

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Ancora nessun voto)
Loading...Loading...
  • Tempo Totale
    2 Ore
biscotti con farina di riso

Leggeri e gustosi, i nostri biscotti con farina di riso sapranno conquistarvi al primo morso! Provateli subito!

La ricetta di oggi sono dei gustosi biscotti a base di farina di riso e farinaccio della Riserva San Massimo. Questi due alimenti sono molto nutrienti e ottimi per la preparazione di dolci per tutti gli intolleranti al glutine però ad alcuni potrebbero risultare quasi sconosciuti. Prima di passare alla ricetta perciò, vediamo prima alcune informazioni importanti sulla farina di riso e sul farinaccio!

Le proprietà della farina di riso

La farina di riso è appunto un derivato del riso, il cereale più diffuso nella cucina di tutto il mondo grazie al suo basso costo e alle ottime proprietà nutrizionali. Questi semi destinati a diventare farina, vengono sottoposti ad alcuni processi di lavorazione come la raccolta, la mietitura, la pulitura seguita dalla sbramatura e sbiancatura. Come quella di frumento, la farina di riso può essere di diversi tipi: semola bianca di riso, semola integrale di riso, farina bianca di riso e farina integrale di riso.

Molto spesso capita di confondere la farina con l’amido di riso ma la consistenza della farina rispetto all’amido è più sottile e raffinata. Una sua caratteristica è la bassissima concentrazione di sali minerali, una scarsa umidità e un elevato apporto energetico. Poiché il riso è presente in quasi tutte le cucine, è possibile fare in casa la farina macinando i chicchi fino a raggiungere una polvere uniformemente fine.

L’importanza della farina di riso nel mondo

In oriente la farina di riso rappresenta l’alimento preponderante, soprattutto nelle cucine cinese e giapponese, per alcune ricette tradizionali come i dolcetti mochi e gli spaghetti di riso giapponesi. E’ ottima per preparare una pastella per friggere cibi in quanto non assorbe olio e permette di assaporare pietanze leggere, asciutte e croccanti. E’ inoltre possibile preparare qualsiasi alimento quali minestre, gnocchi, pasta fresca, dolci e pane anche se non sarà possibile ottenerne la lievitazione.

Nel Sol Levante è inoltre molto diffusa la farina di riso glutinoso, che non contiene glutine ed è ottenuta dalla macinazione a pietra di una varietà di riso asiatico, conosciuto con diversi nomi tra cui anche riso dolce. La presenza dell’amilopectina (molecola presente nell’amido per il 90%) e dell’amilosio, permette alla farina di legarsi con altre sostanze permettendo a questo tipo di farina di essere utilizzata in cucina in modo più variegato e soddisfacente.

Nella cultura occidentale, seppur la farina di riso è molto presente, rispetto a quella di frumento, ha un impiego gastronomico decisamente limitato anche se negli ultimi anni, grazie alla sua “purezza” dal glutine (proteina responsabile di un’intolleranza alimentare in forte espansione), è sempre più utilizzata nella composizione degli alimenti detti gluten-free (senza glutine) dove è sempre preferibile la versione biologica.

Farinaccio : innovazioni nell’industria gastronomica

Dino Massignani, il Direttore dell’azienda Riserva San Massimo, ha messo in commercio un altro prodotto ancora non molto conosciuto: il  farinaccio che alcuni impropriamente definiscono “gemma di riso”. È composto dal 1° e 2° pericarpo, cioè la pellicola che ricopre il riso bianco, da non confondere con la lolla, che è la buccia esterna del riso. Il farinaccio è molto nutriente e sano, sempre che il riso venga prodotto da aziende che ne garantiscono la genuinità con analisi.

Dopo aver approfondito meglio i nostri ingredienti base, vediamo insieme la ricetta del giorno!

 

Ingredienti per

  • 80 + 10 gr. zucchero
  • 200 gr. farina di riso Carnaroli Riserva San Massimo
  • 50 gr. farinaccio di riso Carnaroli Riserva San Massimo
  • 70 gr. olio extra vergine di oliva
  • 2 uova medie

Procedimento

  1. In una ciotola capiente versare la farina il farinaccio e 80 gr. di zucchero, miscelare bene gli ingredienti
  2. Unire l'olio le uova ed un pizzico di sale ed impastare gli ingredienti il più velocemente possibile, a mano o con una planetaria, usando la spatola a foglia, sino ad ottenere una sorta di briciolame
  3. Trasferire sulla spianatoia e formare una palla compatta, avvolgere con pellicola alimentare e riporre in frigorifero per 45/60' min
  4. Stendere l'impasto ad uno spessore di 3/5mm e ricavare i biscotti utilizzando un coppapasta possibilmente di materiale plastico
  5. Preriscaldare il forno a 200C con funzione statico e una volta scaldato,
    adagiare i biscotti su una teglia ricoperta con carta da forno, cospargere con lo zucchero rimasto ed infornare per 10/12' min. circa
  6. Sfornare e lasciar raffreddare su una gratella da pasticceria

Forse non tutti sanno che la farina di riso è talmente leggera e facilmente digeribile da essere consigliata per lo svezzamento dei neonati.

Condividi!

4 commenti a “Ricetta dei biscotti con farina di riso e farinaccio della Riserva San Massimo

  1. Giusy

    Questa ricetta è ottima per me! Senza frumento, senza nichel e senza lieviti!!! L’unico dubbio è….dove posso trovare il farinaccio? :-?

    1. Tiziana Autore articolo

      Salve, il farinaccio puo’ acquistarlo dalla Riserva San Massimo e chieda del sig. Dino Massignani. E’ una persona straordinaria e l’aiuterà di sicuro. Grazieeeeee

    1. Tiziana Autore articolo

      Buongiorno Itria non è facilissimo ma puo’ provare con i semi di chia. In questo periodo non ho il tempo materiale per provare a fare questo esperimento ma appena riesco ci provo. Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *