Vellutata di cannellini con gocce di barbabietola

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Ancora nessun voto)
Loading...Loading...
  • Porzioni per
    4/6 persone
  • Tempo Totale
    1 Ora 15 Minuti
vellutata di cannellini ridotta

Il cannellino di Atina non necessita di essere messo in ammollo e richiede un tempo di cottura (cottura alla prima acqua) breve: da quando comincia a bollire a cottura completata 40-55 minut

Nel vasto panorama delle minestre le cre­me e le vellutate sono senz ‘ altro le prepara­zioni più amabili. Di sapore delicato, mor­bide, cremose, scivolano in gola procuran­do gradevoli sensazioni.

Costituiscono un’ ottima soluzione per ri­fuggire, nelle cene importanti, le scelte troppo scontate, come ad esempio il con­sommè. Queste minestre non sono però di preparazione semplicissima; occorre infat­ti un minimo di perizia per preparare una crema ben omogenea, né troppo fluida né troppo densa.

Per questa ricetta ho usato i Cannellini di Atina DOP che sono coltivati e prodotti come si faceva una volta e il terreno, prima della semina non è fertilizzato, nemmeno con concime organico; la raccolta avviene quando i baccelli sono  maturi e viste le condizioni climatiche della zona, sono uniti a mazzetti ed essiccati con il sistema di ventilazione naturale; una volta pronti vengono poi sgranati con la battitura manuale che si usava anni fa e cerniti e conservati in sacchi di tela.

I cannellini di Atina non necessitano dell’ammollo e richiedono un tempo di cottura (cottura alla prima acqua) breve: da quando cominciano a bollire a cottura completata 40-55 minuti

Sono legumi che contengono poche calorie, e in particolare sono privi di grassi.  100 grammi di cannellini contengono circa 91 calorie.  Sono ricchi di glucodrine, una sostanza che aiuta a ridurre la glicemia, percui indicati a chi soffre di diabete.

Un’altra sostanza contenuta nei cannellini è la lecitina, che aiuta alla rapida emulsione dei grassi, in questo modo si eviterà che questi si accumulino nel sangue. Quindi sono consigliati a chi tende ad avere un costante accumulo di colesterolo nel sangue. Sono ricchi di proteine e carboidrati ed hanno un contenuto lipidico bassissimo .

Hanno un effetto diuretico. Questa peculiarità è data dalla presenza di fibra insolubile e solubile tra cui ritroviamo la pectina e l’inulina che garantiscono la produzione di importanti acidi grassi.

Procedimento

Ingredienti

  1. 500 gr di cannellini
    1/2 lt. di brodo vegetale
    1 scalogno, 1 carota e 1 gambo di sedano
    2 spicchi di aglio
    1 rametto di rosmarino
    olio extravergine di oliva
    sale e pepe
    1 barbabietola precotta

Preparazione

  1. Potete usare anche i cannellini precotti che vendono in vaso di vetro se non trovate questa qualità. Pelate la barbabietola e tagliatela a tocchetti prima di frullarla con un filo d'olio e un pochino di sale e preparatela in un biberon da cucina.

    Preparate un soffritto con le verdure e un filo d'olio prima di aggiungere i cannellini e il brodo. Cuocete per una decina di minuti, aggiungete il rosmarino, aggiustate di sale e pepe e proseguite la cottura per altri 40 minuti.

    Quando sono cotti frullateli fino ad ottenere una crema non troppo densa e proseguite la cottura per pochi minuti.

    Se si dovesse addensare aggiungete un mestolo di acqua calda.

    Servite con dei crostini di pane gluten free e decorando con delle gocce di barbabietola e dei germogli

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *