Treccia dolce per prepararvi alla Pasqua

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Ancora nessun voto)
Loading...Loading...
  • Tempo di Cottura
    40 Minuti
  • Porzioni per
    4/6 persone
  • Tempo Totale
    3 Ore
treccia dolce con marmellata strawberry

Una gustosa merenda!

Per colazione e merenda si sa, abbiamo tutti voglia di qualcosa di gustoso che ci dia la giusta energia per affrontare la giornata, ma allo stesso tempo riesca a nutrirci in modo sano e leggero.

Il dolce di cui vi parlerò oggi è riuscito a combinare insieme queste nostre esigenze, senza trascurare i principi di un’alimentazione equilibrata.

La treccia dolce con uvetta e frutta candita è infatti una brioche fragrante e profumata dall’aspetto originale ed invitante, ideale per soddisfare i palati più golosi.

L’unione di questi particolari ingredienti, crea infatti un mix di sapore davverounico e delizioso.

La dolcezza dell’uva sultanina racchiude al suo interno numerose proprietà benefiche, grazie alle quali, è stata in questi anni riconosciuta dal mondo scientifico come uno snack sano e naturale.

Questo alimento, importato in Europa per la prima volta dagli inglesi ,scoperto durante il commercio con l’Impero Ottomano, è un tipo particolare di uva da tavola bianca coltivata in Medio Oriente.

I canditi, vere e proprie leccornie dal sapore semplice ed intramontabile, sono dei dolci molto antichi che sono giunti nel nostro paese ai tempi della dominazione araba, quando l’uso della frutta candita divenne parte integrante di alcuni dei dolci tradizionali italiani.

La treccia dolce con uvetta e frutta candita ha influenze che provengono dall’Austria, dove viene preparata solitamente in occasione della Pasqua e consumata, sia come dolce di fine pasto sia come sfizioso snack mattutino o pomeridiano.

Questo dolce, ottimo e leggero, può essere servito con il , ed è molto indicato anche per i bambini che solitamente non amano la frutta o per persone anziane perché facilmente digeribile.

 

Ingredienti per 4/6 persone

  • 200 gr. farina di quinoa
  • 300 gr. farina di riso
  • 250 ml latte di quinoa e riso
  • 70 gr. burro chiarificato
  • 2 nr. uova
  • 1 cucchiaio bicarbonato
  • 4 cucchiai miele d'acacia
  • 1 fialetta essenza di mandarino
  • 100 gr. uva sultanina
  • 50 gr. cedro candito
  • q.b. sale
  • q.b. granella

Procedimento

  1. Mescolate il bicarbonato a cucchiaio di farina e 4 di latte tiepido. Coprite e lasciate lievitare la pastella 20 minuti.
  2. Tritate il cedro candito, ammollate l'uvetta per 30 minuti in acqua tiepida, e le mandorle.
  3. Setacciate la farina rimasta con un pizzico di sale sulla spianatoia, unite le uova, il burro ammorbidito, il trito di frutta candita, l'uvetta, il miele l'essenza di mandarino e il latte rimasto.
  4. Impastate vigorosamente la pastella lievitante e lavorate fin quando l'impasto inizierà a staccarsi dalla spianatoia.
  5. Dividetelo in 3 parti e formate 3 bastoncini che intreccerete fra loro saldando le estremità.
  6. Sistemate la treccia su una teglia da forno rivestita con l'apposita carta, spolverizzatela con il trito di mandorle e la granella di zucchero. Lasciatela lievitare, coperta con un telo, per circa 1 ora.
  7. Cuocetela in forno già caldo a 180° per 40 minuti, lasciatela raffreddare e.... buon appetito!

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *