Personal Food: lo strumento per ristoratori

Un’interessante novità è in arrivo per chi soffre di allergie e intolleranze alimentari e per i ristoratori che vogliono tutelare i propri clienti e allo stesso tempo mettersi in regola con la nuova direttiva europea sull’etichettatura dei prodotti alimentari.

La direttiva comunitaria

A seguito della direttiva comunitaria 1169/2011, ormai in vigore dal primo Gennaio di quest’anno, anche i somministratori (fast food, ristoranti e bar) dovranno evidenziare gli allergeni nei propri menu con lo scopo di rendere trasparenti tutti i processi di preparazione alimentare.

L’intervento del Parlamento Europeo è stato del resto inevitabile: basta pensare che nel mondo il 70% della popolazione è allergica al lattosio e la percentuale di allergici, in Italia, è arrivata al 4% per gli adulti e al 7% per i bambini.

La legge, che il Bel Paese ha recepito già nel 2008, è stata introdotta gradualmente in modo da permettere sia alle istituzioni che agli operatori del settore alimentare, di riorganizzarsi e prendere tutte le misure necessarie fino alla sua entrata in vigore.

L’idea di fondo della direttiva europea è quella di rendere sempre più trasparenti le informazioni alimentari con un particolare focus nella semplificazione della lettura degli ingredienti e delle informazioni nutrizionali. In tal senso sono state prese alcune misure a tutela delle persone con allergie e intolleranze alimentari, come ad esempio l’obbligo di evidenziare gli allergeni presenti nei prodotti imballati e gli ingredienti somministrati agli ospiti del ristorante.

app per ristoratori

Personal Food: lo strumento per i ristoratori semplice ed efficace

Per adeguarsi alla norma ai ristoratori viene fatto l’obbligo di evidenziare con cartelli, spesso ingombranti e antiestetici o riscrivendo totalmente i menu, tutti gli allergeni e alimenti contenuti nei piatti.

Personal Food è uno strumento per ristoratori che si muove interamente su tablet e permette al cliente con allergie o intolleranze alimentari di scegliere con grande immediatezza, dal menu, le portate senza l’alimento selezionato.

Il progetto è stato sviluppato da Hypertronic (collegamento ipertestuale www.hypertronic.it), con la collaborazione di AlcaTest Italia e Il Mondo delle Intolleranze, entrambe in prima linea rispettivamente nella diagnosi e nella diffusione della problematica delle intolleranze in Italia.

Come funziona Personal Food

 

I medici associati Alcat Test (un sistema diagnostico delle intolleranze alimentari approvato dalla FDA) rilasceranno ai propri pazienti una tessera contenente tutti gli alimenti al quale il paziente è allergico o intollerante. Sarà sufficente avvicinare la card al tablet del ristorante e in maniera immediata saranno scorporati tutti i piatti presenti nel menu contenenti gli ingredienti “pericolosi”.

L’utente, inoltre, potrà selezionare anche manualmente gli ingredienti di intolleranza.

Personal Food è stato ideato per essere uno strumento completo, ma anche facile da utilizzare per i ristoratori: lo chef potrà in qualsiasi momento modificare i menu, inserire nuove foto e aggiungere gli ingredienti dei quali una determinata portata è composta grazie ad un server locale in dotazione al ristoratore, che diventa anche un vero e proprio archivio di ricette.

I vantaggi che ne conseguono sono enormi:

  • il ristoratore viene esonerato da qualsiasi responsabilità derivante dalla scelta del cliente, e avrà uno strumento di facile utilizzo che fa il lavoro al suo posto;
  • il cliente avrà a disposizione un servizio efficiente e attento alle sue problematiche alimentari.

Inoltre, sul sito, sarà possibile consultare il database aggiornato di tutti i ristoranti, fast food e pizzerie più vicini dotati del sistema Personal Food: ciò permetterà al ristoratore di mettersi in evidenza più facilmente rispetto ai competitors.

Personal Food rivoluzionerà il rapporto ristoratore-cliente e Nonna Paperina seguirà con molto interesse lo sviluppo di questo interessantissimo strumento. A presto con i prossimi aggiornamenti!

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *