Minestra con fagioli e cozze

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Ancora nessun voto)
Loading...Loading...
  • Porzioni per
    4 persone
  • Tempo di Preparazione
    30 Minuti
  • Tempo di Cottura
    30 Minuti
  • Tempo Totale
    1 Ora
PASTA FAGIOLI COZZE

Uno dei più famosi piatti invernali…

Oggi sono venuti ospiti speciali e celiaci. all’improvviso Non mi sono minimamente preoccupata, ho cambiato alcuni ingredienti e ho servito questo piatto: Minestra con fagioli e cozze.  Le cozze o mitili  sono tra le dieci specie di fresco più acquistate nel nostro Paese.

Largamente diffuse nei mari di tutta la nostra Penisola, la maggior concentrazione di cozze sia allo stato selvatico che di acqua-coltura è nel Mare Adriatico, ma si trovano anche in alcune zone del mar Ionio e poche altre del Tirreno

Pur non essendo pesci  rientrano comunque nel gruppo dei prodotti della pesca e grazie al costo moderato il loro consumo è elevato.

Le cozze sono molluschi bivalvi  il cui mollusco è protetto da due conchiglie ovali, allungate, triangolari e ricurve in prossimità dell’apice che ha una protuberanza abbastanza pronunciata.

Esternamente, le cozze sono nere tendenti al viola scuro e con riflessi marroni  all’interno il mollusco varia dall’arancione quasi rosso (nelle femmine sessualmente mature) al giallo (nei maschi sessualmente maturi) con i bordi delle lamelle branchiali di un nero intenso e sfumature chiare e brune sugli organi digestivi.

Le cozze hanno un buon contenuto di proteine ad alto valore biologico, ma hanno anche un elevato contenuto di colesterolo

L’apporto in acidi grassi è moderato e il profilo lipidico è positivo in quanto ben  ripartito tra grassi saturi, monoinsaturi e polinsaturi.

Le cozze hanno un apporto energetico decisamente contenuto, però sono ricche di sali minerali, contengono in abbondanza il sodio: per questo motivo sono un prodotto da consumare con moderazione, soprattutto nei pazienti con alterazioni metaboliche e con l’ ipertensione.

Contengono anche  il potassio e il fosforo, ma soprattutto forniscono un elevato apporto di ferro. Dal punto di vista vitaminico, le cozze contengono buone quantità di vit. B1, di vit. PP e di vit. A.

Le cozze non devono subire lunghe cottura perché tenderebbe a disidratarsi e a diventare gommosa: una volta che le due valve sono aperte sono pronte, ma per maggior sicurezza  e garantirne la salubrità alimentare occorre prolungare la cottura  fino a quando la temperatura  “al cuore” dell’alimento che si aggirano intorno ai 100°C e per raggiungere l’alta  temperatura nel minor tempo possibile è necessario mettere sul tegame il coperchio.

Ingredienti per 4 persone

  • 1 kg di cozze
  • 150 gr. di fagioli borlotti già lessati
  • 1 soicchio d'aglio
  • 1 mazzetto di prezzemolo
  • 1 peperoncino
  • q.b. di rosmarino
  • 180 gr. di pasta gf formato ditalini
  • q.b. di olio d'oliva extravergine
  • 1 lt di acqua
  • q.b. di sale

Procedimento

  1. Pulite le cozze eliminando le barbe e facendole spurgare in abbondante acqua salata.
    Fatele aprire in un tegame a fuoco medio con uno spicchio d’aglio, peperoncino e prezzemolo.
    Tenete le cozze da una parte e nel sugo di cottura fate rosolare i fagioli.
  2. Aggiungete nella pentola l’acqua, il pepe e portate a ebollizione.
    Versate i ditalini gf e fateli cuocere a tegame scoperto.

  3. A fine cottura aggiungete le cozze una manciata di prezzemolo, il rosmarino e un filo d'olio crudo.
    Serviteli ben caldi.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *