Casatiello senza glutine: il sapore della Campania a tavola

In previsione delle vacanze di Pasqua, è utile sapere che il Casatiello Napoletano potrà presentarsi come il piatto giusto per fare una bella figura con i tuoi invitati.

Infatti, è un piatto perfetto per imbandire la tavolata, che si presta anche per la gita di Pasquetta insieme a parenti e amici.

Per questo motivo, abbiamo pensato di fornire una ricetta un po’ alternativa, ovvero priva di glutine, ideale per tutti coloro che sono allergici o intolleranti a questa sostanza.

Casatiello:  tradizione, storia e curiosità

Il Casatiello è un piatto tipico campano, che prende il meglio dalla pizza e dalla pasta. È nutriente, è un pasto completo, vigoroso e dall’aspetto decisamente pasquale.

Infatti, a guardarlo, fa pensare non solo al gusto, ma dà anche l’idea di una speciale decorazione di Pasqua da posizionare proprio al centro della tavola imbandita.

Questo piatto è il frutto di un misto tra storia e tradizione. Non a caso, in dialetto napoletano significa formaggio, e questo è dovuto al fatto che al suo interno contiene il pecorino.

Inoltre, essendo un pasto pesante, lo stesso termine viene utilizzato per indicare una persona noiosa e pedante.

A parte queste piccole curiosità, è utile sapere che questa ricetta è così amata, al punto che tantissimi chef la propongono ai propri clienti personalizzandola ogni volta, ma senza offuscarne il sapore tipico.

L’alternativa senza glutine

Il Casatiello Napoletano è un piatto ricco di ingredienti, tra cui la farina. Quest’ultima è ovviamente ricca di glutine e potrebbe perciò rappresentare un problema per tutti coloro che sono intolleranti o allergici a questa proteina presente nei cereali, e soprattutto nel frumento.

Quindi, onde evitare sgradevoli sintomi dovuti anche solo ad un piccolo assaggio, come eruzioni cutanee, gonfiore e dolore addominale o altre problematiche relative all’apparato gastrointestinale, è utile conoscere l’ingrediente alternativo, ovvero la farina di riso.

Questa farina viene prodotta tramite la macinazione del riso, che viene lavorato fino ad essere ridotto in una polvere molto fine.

Viene utilizzata spesso come alternativa alla normale farina per la preparazione di prodotti da forno come dolci, pizze, torte e biscotti, ma anche per salse, budini, alcune varietà di noodles asiatici e gnocchi.

Anche se non presenta le stesse proprietà elastiche e capacità di lievitazione, essendo priva di glutine si rivela l’ingrediente più sicuro per celiaci o persone intolleranti al glutine.

La farina di riso è quindi un’alternativa sana e versatile, che propone una buona quantità di proteine, e un importante ma meno consistente apporto di vitamine, minerali e fibre. In poche parole, è comunque un alimento in grado di donare energia, di aiutare a regolare le funzioni digestive e intestinali, e rende il Casatiello molto meno pesante.

Ingredienti per  4-6 persone

  • 900 g di farina di riso
  • 100 g di amido di mais
  • 25 g di lievito di birra senza glutine
  • 100 g di salame Napoli
  • 100 g di prosciutto cotto
  • 200 g di formaggio semipiccante
  • 100 g di pecorino stagionato
  • 8 uova (di cui 4 sode)
  • 2 etti di ciccioli
  • 70 g di sugna
  • sale e pepe q.b.

Preparazione

Fate sciogliere il lievito di birra in un pochino di acqua tiepida. Grattuggiate il pecorino. Tagliate a dadini i salumi e i formaggi. Rassodate 4 uova, pelatele e tagliatele a spicchi. Miscelate la farina di riso con l’amido di mais e in­corporate il lievito di birra, la sugna, il pecorino grattugiato e la quantità di acqua necessaria per creare un composto morbido e omogeneo.

Stendete la pasta con il matterello ricavando un disco spesso circa un centimetro e lasciandone da parte una piccola quantità che successivamente ti servirà per realizzare le strisce da posizionare sulla superficie della torta salata.

Preparate il ripieno miscelando in una bastardella i dadini di salame, prosciutto, formaggio e le uova sode a spicchi, i ciccoli. Aggiustate di sale e pepe. Stendete il composto ottenuto sulla pasta, arrotolate e forma un ciambellone. Oliate una teglia tonda e posizionate il ciambellone. Sopra ada­giate le uova crude, fissandole con delle strisce di pasta a forma di croce.

Lasciate lievitare la torta salata per circa dieci ore e poi infornala a 200°C per 40-45 minuti. Quando la superficie del Casatiello sarà dorata, sarà pronto per essere servito e mostrato ai tuoi ospiti durante il pranzo di Pasqua o la gita di Pasquetta.

 

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *