Torta mimosa: un dolce per omaggiare le donne

Tempo di preparazione:

Anche se l’otto marzo è già passato non è mai troppo tardi per omaggiare le donne della propria vita e per farlo con un dolce speciale. Di cosa sto parlando? Della torta mimosa, una ricetta che ha fatto la storia della giornata dell’otto marzo e non solo.

Chi conosce la storia della torta mimosa? Le origini di questo dolce, la cui forma ricorda appunto quella del fiore tipico della giornata internazionale della donna, risalgono a pochi decenni fa.

Sì, la torta mimosa è un dolce giovane e trae le sue origini in una pasticceria romana alla fine degli anni ‘ 50. Secondo la versione più accreditata, l’invenzione della torta mimosa sarebbe da attribuire allo chef reatino Adelmo Renzi, che possedeva un ristorante nel capoluogo laziale.

Il debutto ufficiale della torta mimosa va fatto risalire precisamente al 1962, anno in cui Adelmo Renzi ha presentato la sua creazione a una gara di torte nella città di Sanremo, riuscendo così a conquistare la giuria.

Il motivo dietro alla scelta di un tema come la mimosa? La semplice volontà di omaggiare i fiori della città ligure, quindi nulla a che vedere con la festa della donna! Ah, sapevate che non ha mai rivelato la ricetta originale?

Torta mimosa: il segreto è nel pan di spagna

Il pan di Spagna è una delle ricette basilari della cucina italiana. Nonostante questo esistono comunque alcuni segreti che forse non sono così conosciuti e che permettono di preparare un pan di Spagna coi fiocchi. Quali sono? Inizio con ricordando che il pan di Spagna viene meglio con una farina W 180, quindi caratterizzata da un basso contenuto di glutine (tale peculiarità consente di ottenere un risultato finale più soffice).

Un altro segreto che è bene svelare riguarda un aspetto fondamentale del pan di Spagna, ossia il motivo per cui non si utilizza il lievito. La ricetta originale non prevede il suo impiego, per il semplice fatto che, facendo attenzione a incorporare aria mentre si montano le uova, è possibile garantire il giusto spessore all’esito finale.

Se volete un pan di Spagna perfetto anche dal punto di vista estetico – il che non guasta per niente – ricordatevi di scegliere uova a temperatura ambiente (quelle fredde montano con molta più fatica).

Bastano davvero pochi trucchi per rendere ancora più speciale una ricetta classica della pasticceria italiana! Adesso tocca a voi, che avete tutte le indicazioni per preparare questa torta speciale, che può essere portata in tavola e proposta anche a chi soffre d’intolleranza al lattosio

Ingredienti per il Pan di Spagna

  • 4 nr. uova
  • 120 gr. zucchero di canna
  • 80 ml latte di miglio
  • 80 ml olio di riso
  • 50 gr farina di riso
  • 50 gr farina di maizena
  • 1 bustina lievito per dolci
  • 1 cucchiaio buccia di limone grattugiata

Ingredienti per la Panna Montata

  • 200 ml. di panna da montare Accadi
  • 50 gr di zucchero a velo

Ingredienti per la Crema Pasticcera

  • 250 ml latte Accadi
  • 2 tuorli
  • 3 cucchiai di amido di tapioca
  • 1 baccello di vaniglia Tahiti
  • scorza di limone
  • 3 cucchiai di miele di acacia

Preparazione pan di spagna

In una ciotola montate le uova intere con lo zucchero lavorandole  fino a quando non avranno triplicato di  volume e saranno diventate una spuma molto densa  e ben soda.

Se per fare questa operazione non avete le fruste elettriche e montate le uova a mano  è meglio dividere la montatura in due fasi, montando in una ciotola i tuorli con lo zucchero, e in un’altra gli albumi con alcune­­ gocce di succo di limone.

Quando torli e albumi sono ben sodi allora si possono riunire i due componenti. In una bicchiere versate il latte e l’olio, mescolateli con una forchetta fino a che si emulsionano uniformemente e versateli gradualmente sulle uova mescolando lentamente con una frusta a mano

Setacciate la farina di riso, la maizena e il lievito e aggiungetela al latte mescolando con cura e per ultimo incorporate la buccia di limone grattugiata.

Versate il composto in una tortiera ben oliata e infarinata da 24 o 26 cm di diametro, a seconda se lo si vuole più basso o più, e fatelo cuocere in forno già caldo a 185°C per 20-25 minuti a seconda delle dimensioni della tortiera. ­

Al termine della cottura spegnete il forno, lasciate lo sportello del forno semi aperto per 10 minuti circa, poi estraete la tortiera a fatela raffreddare completamente.

Preparazione crema pasticcera

Fate scaldare il latte in un pentolino con la vaniglia e la scorza di limone grattugiata. Non deve bollire e non appena è tiepido spegnete il fuoco. In una ciotolina montate i tuorli con il miele fino ad ottenere un composto bianco e spumoso e poi versate il latte a filo continuando a mescolare;

Rimettete sul fuoco a fiamma molto bassa con l’amido di tapioca e fate bollire; appena arriva in temperatura lasciate bollire un paio di minuti prima di spegnere.

Nel frattempo montate la panna con lo zucchero a velo. Tagliate il pan di Spagna in modo da formare 3 dischi, prendete quello centrale e tagliatelo a cubetti, tutti delle medesime dimensioni.

Bagnate la base della torta con il rum diluito con dell’acqua o con il succo di arancia, versate sopra la crema raffreddata, e poi ponete sopra l’altro disco di pan di Spagna.

Cospargete tutta la torta con la panna montata, anche i lati, e poi versate sopra i cubetti di pan di Spagna, premete leggermente per farli aderire. Fate risposare in frigo prima di servire.

 

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *