L’insalata “duttile” anti radicali liberi dello chef Marco Di Lorenzi

Tempo di preparazione:

Come anticipato, a “la salute vien mangiando” ci è venuto a trovare, direttamente da Pesaro, chef Marco Di Lorenzi, che ha preparato per i telespettatori la sua ricetta anti radicali liberi: gamberi in insalata di frutti e parmigiano. La decima puntata, infatti, si concentra proprio sul tema dei radicali liberi, cosa sono e come combatterli.

Un modo gustoso per allontanare i radicali liberi dal nostro organismo è replicare la ricetta dello chef dell’Alexander Museum Palace Hotel di Pesaro che ho avuto il piacere di conoscere per la prima volta in occasione del Congresso “Stelle della Ristorazione”, l’evento più importante e rappresentativo organizzato dall’APCI (Associazione Professionale Cuochi Italiani).

Il piatto che ci ha portato lunedì rappresenta le caratteristiche principali della sua cucina: creativa, con spunti dalla cucina tradizionale ma tendenzialmente innovativa. Queste sono le linee che lo guidano nella creazione dei piatti. Inoltre, lo chef è interessato alle intolleranze alimentari, soprattutto nella pasticceria, suo grande passione, dove cerca di pensare a dolci che si possono adattare alle intolleranze a lattosio e nichel.

Lo definisce “un piatto solo all’apparenza semplice”. La difficoltà maggiore, in effetti, è nella selezione degli ingredienti. Oltre, a dover essere di altissima qualità, a partire dai gamberi, devono seguire la stagionalità. Infatti, il pregio di questo piatto è la sua versatilità, nel senso che si adatta alla stagione e ai frutti disponibili.

Tornando ai gamberi, lo chef utilizza i migliori, quelli rossi di Mazara, anche perché, una parte saranno serviti sbollentati per qualche secondo in acqua salata, ma altri, saranno serviti crudi, perciò è d’obbligo avere gamberi buoni e freschissimi.

I gamberi poggiano su uno strato di spinaci e d’insalata fresca. Lo chef sceglie di inserire nel piatto frutti di bosco, pompelmo rosa e uva. Tutti frutti ricchissimi di antiossidanti e di numerose altre preziose proprietà nutrizionali. C’è, poi, un altro eccellente ingrediente in questa insalata: il Parmigiano Reggiano. E non uno qualunque, lo chef ha scelto Malandrone 1477 stagionato 48 mesi, così, da adattare il piatto anche agli intolleranti al lattosio.

Come dicevamo, questa insalata ha il grande vantaggio di modularsi in base alla stagione, perciò possiamo sostituire i frutti con, ad esempio, funghi, asparagi o zucchine e l’insalata o gli spinaci con la scarola.

Lo chef dà il suo tocco finale al piatto impreziosendolo e colorandolo con petali e un fiore di borraggine, che classe! Per condire, il consiglio è di utilizzare un olio molto leggero adatto a verdura e pesce come “Ogliarola” di Olitalia.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *