Il blogtour Peveri e le eccellenze del piacentino

Tempo di preparazione:

E’ passata una settimana dalla visita  al Salumificio Peveri, prima tappa del nostro blog tour.Il Salumificio Carlo Peveri, che si trova a ad Alseno, nella frazione di Chiaravalle della Colomba, in provincia di Piacenza,  da ben 4  generazioni produce salumi di alta qualità è oggi considerato tra i migliori produttori della Food Valley emiliana.

La grande tradizione fu cominciata alla fine dell’800 dal capostipite  Remo Peveri che imparò il mestiere di salumiere a Milano e che successivamente aprì una salumeria a Stradella nell’Oltrepò Pavese.

Nel 1952 il  figlio di Remo, Carlo,  aprì  la salumeria di famiglia nel Palazzo della Commenda dell’Abbazia di Chiaravalle della Colomba, luogo in cui si erano trasferiti durante la seconda guerra mondiale, e luogo in cui Carlo imparò a conoscere le carni e il loro processo di trasformazione.

Nel 2009 Carlo ha inaugurato l’attuale sede del salumificio dove sono presenti i laboratori di produzione, le cantine di stagionatura e invecchiamento e dove è stato aperto uno showroom dei salumi  dedicato agli estimatori della buona tavola. Oggi del salumificio se ne prendono cura i figli Remo e Federica che lo seguono con tanta cura, amore e passione.

Parlando con loro si percepiscono nelle parole l’orgoglio di fare parte di questa grande famiglia e la determinazione nel portare avanti con umiltà e passione la loro missione: quella di produrre salumi artigianali  come se li preparassero per il loro consumo personale,  utilizzando carni di prima qualità, attentamente scelte e facendo un corretto uso degli ingredienti e nel rispetto della tradizione locale.

La nostra visita  nelle cantine che sono autentici  caveau in cui i salumi sono curati con tanta passione si è conclusa con una esperienza sensoriale davvero unica . Qui abbiamo degustato i salumi tipici della zona a partire dai tre prodotti Dop: la pancetta, il salame piacentino e la coppa, per poi proseguire in un crescendo fino ad arrivare alla degustazione del culatello.

Il tour è proseguito con una visita, prima  all’Abbazzia Cistercense di Chiaravalle della Colomba a celebre in tutta Italia per l’  “Infiorata del Corpus Domini”, durante la quale viene allestito un meraviglioso tappeto fiorito lungo la navata centrale della basilica, e poi con una visita a Castell’Arquato, un bellissimo borgo mediovale, posto su di una collina nella valle dell’Arda, in cui la cultura, la storia, le bellezze naturalistiche e la gastronomia si fondono in un’unica armonia.

E in questo contesto è inserito  il vigneto Cardinali: ad accoglierci Laura che ha una profonda cultura e rispetto  per la il vigneto, per le piante e per la terra.

Che altro dire di questo tour, se non che è stata una bellissima esperienza che oltre a coinvolgere tutti i sensi ha portato alla ribalta una realtà bellissima, quella delle piccole aziende che sono l’orgoglio del nostro Made im Italy!

 

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *