Crostata con confettura di rosa canina

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Ancora nessun voto)
Loading...Loading...
  • Porzioni per
    4/6 persone
  • Tempo di Preparazione
    50 Minuti
  • Tempo di Cottura
    3 Ore
  • Tempo Totale
    3 Ore 50 Minuti
confettura di rosa canina

Crostata con confettura di rosa canina

La rosa canina è una specie spontanea appartenente alla famiglia delle Rosaceae.Deve l’appellativo botanico “canina” a Plinio il vecchio, che riferiva di un soldato romano, che  morso da un cane è guarito dalla rabbia, grazie all’assunzione di un decotto di radici di questa pianta.

Ai lati delle strade di campagna lungo i fossi e i campi, capita spesso di imbattersi in  grossi cespugli di lunghi rami spinosi che, in autunno, sono pieni di “palline rosse”. Sono i cespugli di  rosa canina, la bella rosa selvatica che a primavera ci regala autentiche cascate di semplici fiori a cinque petali che una volta impollinati dalle api, si trasformano in bacche rosso corallo che assumono colori e forme bizzarre. I suoi fiori sono considerati tra i più belli che possiamo avere anche nei nostri giardini.

Le bacche della rosa canina sono considerate un vero concentrato di  Vitamina C, presente in quantità fino a 50-100 volte superiore rispetto alle arance e limoni, e per questo sono in grado di contribuire al rafforzamento delle difese naturali dell’organismo.

L’azione vitaminizzante si lega a quella antiossidante dei bioflavonoidi, contenuti nelle polpa e nella buccia, che agiscono sinergicamente alla Vitamina C, ottimizzando la circolazione sanguigna.

Questo benefico effetto sulla qualità del sangue è dovuto alla sua capacità di favorire l’assorbimento di calcio e del ferro nell’intestino, equilibrando il livello di colesterolo e contribuendo alla produzione di emoglobina; inoltre rende attiva la vitamina B9 (acido folico) dal leggero effetto antistaminico.

La rosa canina è  anche un eccellente tonico per fronteggiare l’esaurimento e la stanchezza, aiuta a sconfiggere lo stress; stimola l’eliminazione delle tossine (soprattutto gli acidi urici, che provocano gotta e reumatismi) attraverso la diuresi.

E’,  quindi, un vero peccato sprecare questo bene prezioso che si trova facilmente nelle nostre campagne e nei nostri giardini; è bene utilizzare le sue bacche per la preparazione di una gustosa e benefica  confettura  da consumare durante l’inverno oppure per farcire i dolci come ho fatto io con quest’ottima crostata.

 

Ingredienti per 4/6 persone

Ingredienti per la confettura di rosa canina

  • 1 kg di polpa di bacche di rosa canina
  • 600 gr di zucchero di canna bianco
  • 1 limone
  • 1/4 l. di vino bianco

Ingredienti per la frolla

  • 250 gr di farina senza glutine e senza lattosio
  • 125 gr di burro chiarificato
  • 250 gr di zucchero di canna bianco
  • 2 tuorli d'uovo
  • 1 limone
  • 1 arancia
  • 1 pizzico di sale fino

Procedimento

Preparazione della confettura

  1. Cogliete le bacche di rosa canina possibilmente dopo una gelata, privatele del gambo, lavatele bene sotto l'acqua corrente dopo averle pulite della barba interna.
    Mettetele in una pentola, ricopritele col vino, portate ad ebollizione e fatele poi fate cuocere a fuoco bassissimo per circa 45 minuti.
  2. Trascorso questo tempo, scolate le bacche e passatele in un setaccio a maglie larghe schiacciandole bene col cucchiaio di legno.
    Rimettete sul fuoco la polpa ottenuta, aggiungete poca acqua bollente e fate cuocere sempre a fiamma bassissima per altri 15 minuti
  3. Ripassate la polpa nuovamente al setaccio, pesatela e per ogni kg di polpa ottenuta aggiungete 600 gr più di zucchero.
  4. Ripassate la polpa nuovamente al setaccio, pesatela e per ogni kg di polpa ottenuta aggiungete 600 gr più di zucchero.
    Fate cuocere la polpa con lo zucchero per una mezz'oretta, a fiamma bassa e pochi minuti prima di toglierla dal fuoco aggiungete la buccia del limone finemente tritata.
  5. Quando la confettura ha raggiunto la giusta consistenza versatela ancora calda nei vasetti di vetro. perfettamente puliti
    Chiudeteli subito e conservateli in luogo asciutto e buio fino al momento dell'uso.

Preparazione della pasta frolla

  1. Disponete la farina a fontana sulla spianatoia. Lavorate con le mani sabbiando il burro con la farina, gli aromi e il sale, quindi unire le uova a filo e lo zucchero. Impastate piuttosto rapidamente, quanto ba¬ta per amalgamare gli ingredienti.
  2. Formate una palla, avvolgetela in un canovaccio e lasciatela riposare, nella parte più bassa del frigorifero, per almeno un paio d’ore.
  3. Al momento di utilizzare la pasta stendetela rapidamente, ottenendo anche pezzi irregolari, che si saldano bene durante la cottura: se lavorata troppo a lungo la pasta frolla può sbriciolarsi

Preparazione della crostata

  1. Stendete l’impasto con il mattarello fino ad uno spessore di circa 1/2 cm ed adagiatelo in una tortiera ricoperta con della carta da forno bagnata e strizzata in modo che aderisca perfettamente, Foderate la teglia con ⅔ dell’impasto di pasta frolla.
  2. Con il rimanente impasto della paste frolla fate delle decorazioni che copriranno che decoreranno la farcitura.
  3. Coprite la pasta frolla con la confettura e sopra adagiatevi le decorazioni di pasta frolla come si vede dalla fotografia e cuocete in forno preriscaldato a 180° per circa 40 minuti.

Il nome delle bacche di rosa, “cinorrodo”, deriva da due parole greche: cynos (cane) e rhodos (rosa) ed era il nome usato per identificare appunto la Rosa canina, che ne produce in quantità.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *