Chiodini sott’olio e hai il contorno tutto l’anno!

  • Porzioni per
    4/6 persone
  • Tempo di Preparazione
    1 Ora
  • Tempo di Cottura
    5 Minuti
  • Tempo Totale
    1 Ora 5 Minuti
Chiodini sott'olio

Un’ottima ricetta per avere i funghi tutto l’anno!

Mio zio Bruno dalla Svizzera ci ha portato una cesta di chiodini e un po li ho cucinati con il prezzemolo, un po’ li avevo fatti con la pasta  un po li ho messi sott’olio

L’armillaria mellea detta anche  chiodino  o famigliola buona  è un fungo tra i più raccolti nel nostro Paese.

Diffusi  in tutti gli ambienti boschivi, e in tutti gli habitat non coltivati, i chiodini crescono sul legno. nella stagione autunnale.

Cresce in gruppi di numerosi individui ai piedi di alberi sia vivi che morti; le sfumature di colore dei chiodini ariano a seconda dell’albero che li ospita e possono andare dal giallo miele sui gelsi al giallo scuro sulle querce e  anche rossastro sulle conifere.

I chiodini migliori sono quelli che crescono sui salici, i pioppi e le querce.

Sono commestibili e buoni solo dopo previa cottura in quanto contengono una tossina proteica termolabile, che si inattiva a 65-70°C; quindi i chiodini possono essere consumati senza problemi ma si consiglia sempre l’uso una dopo bollitura per almeno 10 minuti in acqua, aceto, sale e pepe in grani e l’acqua di cottura non usatela.

Ipocalorici, ricchi di acqua e di fibre, poveri di sodio e ricchi di potassio per le loro caratteristiche sono adatti a una dieta per persone ipertese, diabetiche, e con il colesterolo alto.

Per pulirli bisogna  scuotete il cespo di chiodini per eliminare  il terriccio in eccesso e gli  insetti presenti tra i gambi, poi bisogna staccare i funghi chiodini, dal cespo eliminare quelli rovinati e con un coltello affilato tagliare la parte di gambo dura, coriacea e legnosa che va buttata.

Mettere i chiodini a bagno in una bacinella con acqua tiepida e un po’ di bicarbonato , cambiare l’acqua più volte, e poi sciacquarli sotto l’acqua fresca corrente fino a che risulta essere bella pulita.. Scolare i chiodini in uno scolapasta  e cucinarli.

Ingredienti per 4/6 persone

  • 1 kg di chiodini
  • 1 limone
  • q.b. di aceto di riso
  • q.b. di olio d'oliva extravergine
  • 4 spicchi d'aglio
  • q.b. di sale grosso
  • q.b. di pepe in grani

Procedimento

  1. Lavate i chiodini in acqua acidulata con succo di limone e asciugateli tamponandoli delicatamente con la carta da cucina.
  2. In una pentola capiente mettete in pari quantità acqua e aceto, aggiungete il sale grosso l’aglio in camicia e qualche grano di pepe.
    Quando la miscela bolle scottatevi i funghi per 10 minuti, poi scolateli e lasciateli asciugare su di un canovaccio.
  3. Mettete i chiodini nei vasi di vetro già sterilizzati aggiungete qualche fettina di aglio, ricoprite d’olio, chiudete bene i tappi e conservate i vasetti in luogo fresco per almeno 1 mese prima di consumarli.

Condividi!

12 commenti a “Chiodini sott’olio e hai il contorno tutto l’anno!

  1. Nina

    ciao, avrei bisogno di una ricetta per i chiodini.Mi piacerebbe se ne ha quella con rafano pepe e aceto.Alcuni anni fa (20) di preciso li ho fatti in quel modo ,ma la ricetta non la trovo più,sono nella totale disperazione.Ho cercato anche sul internet ma niente da fare.se qualcuno ne avesse una simile le sarei molto grata Nina

    1. Tiziana Colombo Autore articolo

      Nina ciao. Lasciamo pubblicato il commento magari qualcuno ti ritrova la ricetta. Io uso pochissimo il rafano, anzi oserei dire mai. L’unico che riesce ogni tanto ad usarlo in cucina è mio marito. Vediamo se qualcuno legge il tuo appello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *