Parliamo della sindrome metabolica con la dott.ssa Jessica Barbieri di IMBIO

A “La salute vien mangiando” abbiamo affrontato un tema estremamente importante per la salute di tutti, uomini, donne, bambini, e strettamente legata all’alimentazione: la sindrome metabolica. Cos’è, come si diagnostica e come si cura, lo spiega la dott.ssa Jessica Barbieri, biologa nutrizionista.

Si parla di sindrome metabolica quando si riscontrano nel paziente un insieme di parametri simultaneamente alterati che lo mettono in una situazione di maggiore rischio a malattie cardiovascolari. I fattori di riferimento sono: colesterolo, trigliceridi, glicemia e sovrappeso. In particolare, per quest’ultimo parametro si fa attenzione al grasso addominale, per valutarlo si misura la circonferenza della vita; se supera i 95 cm per gli uomini e gli 80 cm per le donne, si considera questo parametro come alterato.

Bastano tre parametri alterati per considerare il paziente in una situazione di sindrome metabolica.

L’unico modo per diagnosticarla – spiega la dott.ssa Barbieri – è sottoporsi agli esami del sangue. Dovrebbero, comunque, stare più attenti chi ha superato i 50 anni, l’età più a rischio di sindrome metabolica, e le persone in sovrappeso.

La sindrome metabolica è una condizione che si eredita, ma anche altri fattori come lo stile di vita e l’alimentazione sono responsabili della sua comparsa.

Di conseguenza, adottare uno stile di vita sano, partendo dall’alimentazione, previene e cura l’insorgere della sindrome metabolica. Ad esempio, la prima cosa da fare è ridurre il consumo di grassi cattivi, quelli presenti nei prodotti confezionati e gli zuccheri.

Uno dei parametri considerati dai medici, infatti, è la resistenza insulinica cioè un problema nell’assorbimento e smaltimento degli zuccheri che porta ad avere la glicemia alta e, quindi, una predisposizione al diabete.

Quest’ultimo aspetto è molto importante perché recenti studi hanno evidenziato una stretta correlazione tra sindrome metabolica e diabete, cioè hanno visto che 1 paziente diabetico su 3 è a rischio di sviluppare la sindrome metabolica.

La dott.ssa Barbieri dà, però, anche una buona notizia ai telespettatori, è, infatti, possibile tramite un semplice test genetico scoprire la propria predisposizione al diabete. In questo modo, preveniamo l’insorgere del diabete e, probabilmente, della sindrome metabolica, intervenendo sullo stile di vita. Il test è un semplice prelievo di saliva che la dottoressa effettua presso IMBIO.

La dottoressa chiude l’ottava puntata de “la salute vien mangiando” con un consiglio: “Dedicate un po’ del vostro tempo per fare una spesa intelligente e alla buona cucina composta principalmente da frutta e verdura che ci aiutano a smaltire correttamente gli zuccheri”.

Ottimi consigli, vero? Per molti altri, l’appuntamento è il lunedì su Odeon alle 19.20!

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *