Minestra con fagiolini dall’occhio di Pizzighettone

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Ancora nessun voto)
Loading...Loading...
  • Porzioni per
    4 persone
  • Tempo Totale
    2 Ore 30 Minuti
Minestra con fagiolini allocchio ridotta

Un piatto al passato, alle nostre origini e radici, un ritorno a quando i piatti erano poveri ma genuini!!

Oggi ho cucinato questa minestra con fagiolini dall’occhio in un baleno con la pentola a pressione che permette di risparmiare davvero tanto tempo. Consente di dimezzare i tempi di cottura, di risparmiare sulla bolletta del gas e di cucinare in modo più sano. Molti la utilizzano quotidianamente anche per quei piatti difficili da gestire con questo tipo di pentola come, ad esempio, i risotti; altri, invece, ne hanno il terrore, e ne stanno il più lontano possibile.

Nuvole di vapore e sibili acuti, in effetti, potrebbero provocare qualche timore in chi non la conosce. In realtà, i racconti di pentole a pressione che scoppiano come bombe causando incendi e crollo di muri, sono solo leggende. La pentola a pressione è sicura, l’importante è affidarsi a rivenditori affidabili, leggere attentamente il libretto d’istruzioni e seguire qualche semplice consiglio:

  • In primo luogo, all’interno della pentola a pressione ci deve essere sempre dell’acqua, senza di essa il cibo all’interno si brucerebbe. La quantità di acqua, o di brodo, è variabile secondo il tipo di alimento e del tempo di cottura necessario. Ogni pentola a pressione è dotata di un proprio ricettario nel quale sono inseriti tempi di cottura e quantità di liquido necessario. Da tenere presente, comunque, che la cottura nella pentola a pressione richiede una quantità inferiore di acqua rispetto a una pentola tradizionale.
  • È necessario a ogni modo fare attenzione che il liquido non superi i tre quarti della capienza della pentola (con dentro il cibo). Cercate all’interno il segno che indica fin dove è possibile arrivare. Con il tempo imparerete a dosare alla perfezione la quantità di acqua da inserire in base alla capacità di assorbimento del cibo e ai tempi di cottura.
  • Non cucinate mai niente che sia avvolto in qualsiasi involucro, compresa, la carta stagnola, e non inserite mai niente contenuto in recipienti sigillati, rischiereste di farli scoppiare.
  • Abbassate la fiamma appena sentite il sibilo del vapore che esce dalla valvola e calcolate i tempi si cottura da questo momento.
  • Terminata la cottura, prima di aprire il coperchio ermetico, è necessario far uscire tutto il vapore dalla pentola. Questa, forse, è l’operazione più delicata. Nella maggior parte dei casi la pentola è dotata di un dispositivo che indica il momento in cui è possibile sollevare il coperchio. Ma leggete sempre e molto bene le indicazioni riportare dal produttore.

Vedrete che con un po’ di pratica la pentola a pressione diventerà una buona amica in cucina.

Procedimento

  1. ingredienti:

    - 200 g di fagiolini dall'occhio di Pizzighettone
    - 1 etto di pancetta senza glutine e lattosio
    - 1 lt.  di brodo di carne
    - olio extravergine d'oliva
    - 1 spicchio d'aglio
    - timo, salvia e rosmarino
    - 2 cucchiai di concentrato di pomodoro
    - sale

    Preparazione

    Ammollate i fagioli per 24 ore circa e fateli lessare per circa due ore con le erbe aromatiche. Se usate la pentola a pressione riducete il tempo a 30/40 minuti. Scolateli.

    Tritate la cipolla finemente e fate rosolare in una casseruola con dell'olio, lo spicchio di aglio e la pancetta tagliata a dadini.

    Aggiungete i fagiolini lessati, il brodo e il concentrato di pomodoro e fate cuocere per 20 minuti; salate e servite direttamente nelle fondine. Condite con un filo d'olio extravergine d'oliva.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *