I nuovi CornFlakes senza glutine della Nestlè e come utlizzarli in cucina

Nel confortevole appartamento “Lago” a Milano, come se fossimo seduti al nostro tavolo di casa, proviamo i nuovi Nestlé Gluten Free CornFlakes, i primi cereali per la colazione rivolti a tutti coloro che sono sensibili al glutine o che, semplicemente, desiderano iniziare la giornata in modo nuovo.

Ricchi di gusto e di preziosi nutrienti, i nuovi cereali Nestlé Gluten Free Corn Flakes segnano un’importante svolta nella disponibilità dei prodotti senza glutine: un’innovativa soluzione capace di andare incontro alle necessità di tutta la famiglia, trasformando la colazione in “democratica”, come ci spiega la dott.ssa Caterina Vignoli – Psicoterapeuta e giornalista, dell’Istituto Riza di Milano: accanto alla proposta di alimenti “solo per te”, è necessaria la presenza di alimenti “anche per te”, in grado di abbattere le barriere che ogni differenza, per definizione, innalza.

È così che il cibo attiva una funzione democratica, senza ghettizzare in categorie chiuse a seconda delle proprie necessità alimentari.

I nuovi cereali senza glutine sono il giusto mix fra salute e gusto e contengono vitamine del gruppo B e una porzione di 30 grammi fornisce almeno il 28% dei Valori Nutritivi di Riferimento indicati dal regolamento 1169/2011 quali riboflavina, niacina, vitamina B6, acido folico e acido pantotenico.

Secondo la dott.ssa Franca Marangoni (chimica e nutrizionista, studiosa del metabolismo lipidico in relazione ad aspetti nutrizionali): la dieta senza glutine è l’unica terapia per la cura della celiachia ad oggi riconosciuta. La sua efficacia è tale da consentire la remissione dei sintomi e assicurare un buono stato di salute nel tempo. Ormai è possibile scegliere diversi tipi di cereali privi di glutine, come il riso,il mais e l’avena o vegetali ricchi di amidi come il grano saraceno, l’amaranto, la manioca, il miglio, la quinoa, il sorgo e il teff, che si possono trovare in commercio sotto forma di chicchi o semi, o trasformati in farine pronte all’uso. Naturalmente gluten free sono poi la frutta, la verdura, i legumi, la carne, il pesce, le uova, il latte e gran parte dei derivati. Tutti però devono essere preparati e consumati senza aggiunte pericolose (farina di frumento e pane grattugiato le più comuni) ed evitando il rischio di contaminazioni.

I Nestlé Gluten Free Corn Flakes rappresentano dunque un’ottima alternativa per la prima colazione ma anche per tante preparazioni salate dove possono sostituire la normale panatura. Una soluzione in grado di mettere d’accordo tutta la famiglia che consente a chiunque di godere di questo importante momento di convivialità, condividendo la tavola e i cereali.

Certificati senza glutine a livello europeo, i Nestlé Gluten Free Corn Flakes sono straordinariamente buoni e ideali anche per un’ottima panatura

 

 

Condividi!

2 commenti a “I nuovi CornFlakes senza glutine della Nestlè e come utlizzarli in cucina

    1. Tiziana Autore articolo

      Ti confermo che i cereali Nestlé Gluten Free Corn Flakes NON contengono lattosio, qui di seguito gli ingredienti se possono esserti utili: mais 98,6%, zucchero, sale, destrosio, sciroppo di zucchero di canna parzialmente invertito, correttore d’acidità fosfati di sodio, vitamine: Niacina, Acido pantotenico, Riboflavina, Vitamina B6, Acido folico. Può contenere tracce di arachidi, frutta a guscio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *