Alce Nero e Donnamoderna.com insieme per un grande concorso!

Il 15 dicembre scorso, presso lo spazio Inkitchen Loft di via Adige 9 a Milano,  si è svolto uno show cooking con i vincitori del concorso, dedicato a tutti gli appassionati del gusto sano e della cucina biologica, indetto da Alce Nero,  il marchio di oltre mille agricoltori e apicoltori, impegnati, dagli anni 70, in Italia e nel mondo, nel produrre cibi buoni, sani, che nutrono, frutto di un’agricoltura che rispetta la terra. e Donnamoderna. com, il punto d’incontro per le donne in rete.’

Dopo la prima fase eliminatoria a cui hanno partecipato più di 5000 concorrenti, sono stati estratti a sorte i quaranta partecipanti alla seconda fase, che nel periodo compreso trall’11 e il 30 novembre 2014, dovevano realizzare  un menù composto da  tre portate: primo secondo e dolce con i prodotti contenuti  nel kit composto da 16 prodotti e inviato da  Alce Nero.

Ogni piatto del menù doveva contenere almeno un prodotto biologico Alce Nero che doveva essere uno degli ingredienti del piatto e doveva comparire sia nella foto che nel testo della ricetta.

I menù dovevano essere poi votati da  amici e famigliari dei concorrenti.  Tra i primi  10 maggiormente votati,  una giuria di esperti sceglieva  i 3 vincitori finali che oltre ad aggiudicarsi la partecipazione all’evento finale del 15 scorso a Inkitchen, avrebbero ricevuto in regalo un kit di 49 prodotti dolci e salati Alce Nero .

Le ricette dei vincitori, tutte all’insegna della biocreatività  sono tutte da copiare e da preparare nelle nostre case e perché no?, da inserire anche nei nostri menù delle feste.

Silvia ha proposto un delizioso Angel Food Cake fatto  con farina e zucchero di canna integrale Alce Nero, che, oltretutto ha preparato durante lo showcooking e che abbiamo avuto modo di degustare in tutta la sua bontà!

Marco ha proposto un menù a base di risotto con zafferano e salsiccia, gamberi con maionese di ceci,  e mattonella ai due cioccolati.

Monica ha  invece proposto dei fusilloni di semola di grano duro Senatore Cappelli con code di gamberoni e zucchine su letto di crema di noci, riso e farro.

In merito alla  pasta di semola di grano duro Senatore Cappelli volevo precisare che è prodotta dai i soci Alce Nero  utilizzando la storica varietà di semola di grano duro che deve il suo nome all’omonimo senatore abruzzese, promotore agli inizi del ‘900 della riforma agraria che portò alla distinzione tra grani duri e teneri.

Coltivato in Puglia, sull’altipiano di Altamura, il  grano duro Senatore Cappelli si contraddistingue per il profumo intenso, il sapore deciso e per le spighe alte più di un metro e ottanta che terminano con inconfondibili baffi neri. Particolarmente resistente ai climi secchi è considerato il re dei grani duri italiani.

Ai fornelli con i tre vincitori, Silvia, Marco e Monica, c’era  Monica Bianchessi, la simpatica chef che per l’occasione ha preparatolo una insalata tiepida di fusilli Senatore Cappelli Alce Nero con verdure, ventresca e pecorino, che i presenti hanno molto gradito .

E’ stata una bella giornata tra amiche che amano il gusto sano della buona cucina biologica, tra prodotti sani e naturali.

Grazie ad Alce Nero e a Donnamoderna.com!

 

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *