Gustosi involtini allo zenzero e erbe aromatiche

Involtini allo zenzero e erbe aromatiche MarcoMayer

Oggi prepariamo gl Involtini gustosi allo zenzero e erbe aromatiche. Ogni taglio di carne passato nel tritacarne può diventare carne macinata.Tutti i tipi di carne, infatti possono essere macinati  dai tagli pregiati a quelli meno pregiati purché siano magri.

Il taglio della carne dipende anche dall’uso che se intende fare: se in tavola vogliamo mettere la tartara allora si trita la carne di filetto altrimenti si utilizza la polpa del quarto anteriore di un animale.

La carne trita ha il vantaggio di essere economica e versatile: in gastronomia viene utilizzata per la preparazione di  “svizzere” , hamburger, polpette,  polpettoni,  ripieni, ragù ec…

La carne trita più utilizzata è quella di manzo che è l’animale  più macellato per la sua considerevole massa muscolare e per la scarsa presenza di grasso.  Il manzo viene allevato esclusivamente per la carne; al contrario, la femmina è destinata principalmente alla riproduzione e alla produzione di latte, mentre il maschio fertile (toro) viene impiegato per la riproduzione.

Semplicità a tavola con gli involtini allo zenzero e erbe aromatiche

A seconda della razza, dell’età, dell’ambiente in cui è stato allevato e del cibo di cui è stato alimentato, la qualità delle sue carni varia e anche la resa è diversa.

La carni provenienti da bestie di 3 o 4 anni sono  definite carni di prima qualità:  si presentano di colore rosso vivo e presentano leggere chiazze di grasso chiaro, bianco o appena giallo, sono elastiche, sode e profumate.
Quelle provenienti, invece, da animali di  8-10 anni di vita, sono classificate di seconda qualità, e sono più asciutte e meno succose.

Ogni parte del manzo è caratterizzata da qualità particolari e si presta a diversi tipi di preparazione e a diverse cotture, dal bollito, ai brasati e agli arrosti.

La carne di manzo ha un apporto nutrizionale differente in base al taglio specifico, ma in generale è ricca di proteine  ad alto valore biologico, con qualche piccola eccezione inerente alle pezzature più grasse, come la pancia e la punta di petto.

I carboidrati e le fibre sono assenti, ottima, invece, la quantità di ferro e potassio in esse contenute; sotto il profilo vitaminico, la carne di manzo contiene soprattutto vitamina PP ed è un’ottima fonte di vitamina B12

La carne di manzo va consumata in porzioni differenti in base al taglio specifico, ma sempre e comunque oscillanti tra i 150-250 gr. La frequenza di consumo varia in base al contesto dietetico globale e sarebbe meglio che non superasse le 2-3 volte a settimana.

Ed ecco la ricetta degli  involtini allo zenzero e erbe aromatiche

Ingredienti per 4 persone

  • 700 gr di carne di manzo tritata
  • 100 gr di pangrattato (gallette di quinoa polverizzate)
  • 2 uova
  • 100 gr di parmigiano reggiano stagionato 48 mesi
  • 1 spicchio d’aglio
  • 8 fette di pancetta
  • 2 cucchiai di olio d’oliva extravergine
  • q.b. di sale
  • 1 cucchiaio zenzero in polvere
  • erbe aromatiche a piacere tritate

Preparazione

In una ciotola,mettete la carne trita, aggiungete il pangrattato, il parmigiano grattugiato, le uova. l’aglio, le erbe e lo zenzero, il sale,
Amalgamate bene gli ingredienti e, formate delle polpette lunghe che andate ad avvolgetere nella pancetta

Con l’olio ungete una teglia antiaderente disponetevi gli involtini e metteteli a cuocere in forno già caldo a 220° fino a completa doratura, rigirandoli di tanto in tanto.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette siano adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine. Verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio

Dalla nota ministeriale: E’ stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml

Nota per l’intolleranza al nichel

Nota per l’intolleranza al nichel

Sia che sei intollerante al nichel alimentare, allergico al nichel da contatto (DAC) o che ti è stata diagnosticata La SNAS non esiste una cura definitiva e non esiste un modo per eliminare questo metallo dalla vita di una persona. Per alleviare i sintomi è necessario seguire una dieta a rotazione a basso contenuto di Nichel e osservare tutte le regole relative a cosmetici, detersivi, pentole e stoviglie, abbigliamento idoneo etc.

Condividi!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *