Gnocchetti alla crema di tartufo, pregiato piatto senza tutto ma con gusto!

Tempo di preparazione:

Oggi voglio proporvi un piatto davvero pregiato: gli gnocchetti alla crema di tartufo bianco. Una ricetta gluten free adatta per una cena o un pranzo in famiglia, nel fine settimana, oppure anche per un cena più intima con il proprio amato/a.

Forse non tutti sanno che gli gnocchi sono una ricetta antichissima. La sua storia ha inizio quando vennero importate in Europa le prime patate, arrivate dal continente americano. Si narra che gli gnocchi apparirono dapprima nei banchetti rinascimentali della Lombardia, ma c’è chi sostiene che anche in Veneto ci furono le prime comparse di questo piatto irrinunciabile.

Ormai diffusi in tutto il mondo in una miriade di varianti, quelli più popolari nel nostro paese e che consiglio per questa ricetta, sono a base di patate, ma è doveroso elencare che ne esistono anche versioni di sola acqua e farina, di semolino e di mais.

Gli gnocchetti alla crema di tartufo senza glutine sono un primo piatto, o un piatto unico, elaborato e gustoso. La corposità degli gnocchi si abbina molto bene con la delicatezza del tartufo creando un connubio unico di sapori.

Il tartufo bianco è un fungo pregiato usato come condimento che cresce spontaneamente, e ad oggi, non esistono tecniche di coltivazione che ne permettano una produzione industriale.

Anticamente considerato anche come il cibo delle streghe o del diavolo, oggi il tartufo è un condimento un po’ elitario dal profumo penetrante ma al contempo delicato, con un riconosciuto potere afrodisiaco, in grado di provocare uno stato di benessere generale.

Il più famoso in commercio è il tartufo d’Alba, il cui l’aroma è costituito da un ventaglio di sensazioni semplici ma intense. È proprio questa fragranza specialmente attraente che ne ha determinato l’assoluto successo culinario.

Non mi resta che indicarvi gli ingredienti e il metodo di preparazione di questa buonissima ricetta.

Buon divertimento!

Ingredienti per 4 persone:

Per gli gnocchi:

  • 400 g di patate rosse di Colfiorito
  • 150 g di farina di riso
  • 1 uovo
  • Sale

Per la salsa

  • 25 g di farina di riso
  • 25 gr di burro chiarificato
  • 2,5 dl di latte Accadi
  • un dl di panna fresca Accadi
  • 40 g di parmigiano reggiano 36 mesi grattugiato
  • un piccolo tartufo bianco
  • sale

Preparazione:

Lessate le patate con la buccia per 30 minuti circa. Per vedere la cottura pungetele con uno stuzzicadenti. Passatele nello schiacciapatate e impastatele con la farina, l’uovo e un pizzico di sale. Ricavate tanti cilindri, riduceteli a tocchetti e passateli sui rebbi di una forchetta e disponeteli sulla spianatoia infarinata.

Lasciateli riposare 20 minuti circa prima di cuocerli.

Portate a ebollizione 4 dl di acqua con il burro e un pizzico di sale, versate la farina in un solo colpo e mescolate energicamente finché il composto sarà liscio e omogeneo e si staccherà dalle pareti del recipiente formando una palla. Fuori dal fuoco, unite il grana grattugiato e un paio di rametti di timo tritati; appena il composto si sarà intiepidito, incorporate le uova, uno alla volta (aggiungete il successivo solo quando il precedente sarà perfettamente assorbito). Con il burro, la farina e il latte, preparate una besciamella; quando è pronta unitevi 25 g di grana, la panna, metà del tartufo ben pulito e grattugiato e un pizzico di sale e pepe.

Portate a bollore abbondante acqua salata; trasferite il composto preparato in una tasca da pasticciere con una bocchetta larga e liscia, strizzate la tasca e fate cadere nell’acqua il composto tagliandolo con un coltello ogni 2 cm circa.

Cuocete gli gnocchetti finché verranno a galla, poi scolateli con una schiumarola e sistemateli in una pirofila imburrata, condendoli man mano con la besciamella. Spolverizzate con il restante grana e ponete la pirofila in forno già caldo a 200 gradi per circa 20 minuti. A cottura ultimata, sfornate la pirofila e distribuite sugli gnocchi il mezzo tartufo rimasto, tagliato a lamelle sottili con l’affettatartufi.

PREPARAZIONE: 35 minuti

COTTURA: 40 minuti

 

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *