Torre Fornello insieme a Bottura a New York

Torre Fornello si conferma ambasciatore del Made in Italy nel mondo. I vini della tenuta di Ziano Piacentino sono stati scelti da Massimo Bottura, chef 3 stelle Michelin dell’Osteria Francescana di Modena, per accompagnare la sua cucina negli eventi che lo hanno visto protagonista a New York in occasione della presentazione al pubblico e alla stampa del suo nuovo libro.

Servite due interessanti etichette dell’azienda Torre Fornello: “Donna Luigia” malvasia Colli Piacentini Doc, 2013 e “Diacono Gerardo 1028” Gutturnio Riserva Colli Piacentini Doc, 2006, già apprezzati dal pubblico americano. In esse si trovano tutti i profumi della terra emiliana esaltati dal tocco innovativo che contraddistingue le creazioni di Enrico Sgorbati, titolare della tenuta.

«È un grande piacere – dichiara Sgorbati – essere stati scelti da Massimo Bottura per rappresentare l’Italia e l’eccellenza dei suoi prodotti in un’occasione così importante. I nostri vini nascono da un lavoro meticoloso e attento volto all’equilibrio tra tradizione e innovazione. Siamo orgogliosi e rispettosi dei sapori che la nostra terra regala alle uve che trasformiamo in un vino dalle note assolutamente uniche e inconfondibili. Questa è risultata una scelta vincente per i mercati stranieri ora sempre più alla ricerca di prodotti di nicchia dalle forti suggestioni che raccontano storie e territori. In questo gli americani si contraddistinguono. Lo abbiamo riscontrato con il progetto che ci ha visto protagonisti in California insieme a Isa Mazzocchi, chef stellato di Piacenza, oggi presente nei menù degli Hilton con due piatti ispirati alla tradizione della cucina emiliana sempre accompagnati da due nostre referenze».

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *