Panna cotta ai frutti di bosco: primavera tutto l’anno!

Tempo di preparazione:

Ci sono piatti che evocano la primavera, con i suoi colori ed i suoi profumi.

Chi lo dice che essi possono essere gustati solo con l’arrivo della bella stagione?

La panna cotta, ad esempio, ben si presta ad essere gustata in ogni stagione dell’anno, un dessert dal grande sapore, che riesce a soddisfare i gusti proprio di tutti.

Trattasi di un budino ottenuto unendo panna, latte e zucchero, il tutto unito a colla di pesce che le conferisce quell’aspetto solido e gelatinoso.

Le origini della panna cotta

La panna cotta è un dolce di origine tipicamente piemontese risalente ai primi del 900.

Non ha certo impiegato tanto ad entrare a far parte della nostra gastronomia, ottimo come si rivela al palato e raffinato all’aspetto, esso rappresenta un dessert davvero lusinghiero, se così possiamo dire, con il quale si ha la garanzia di fare bella figura.

Nell’uso comune ad esso è andato ad aggiungersi l’utilizzo di caramello, frutta, cioccolato ma l’abbinamento che meglio risulta gradito ai più, stando alle recenti statistiche di mercato, è quello con i frutti di bosco.

Frutti di bosco: alleati per la prevenzione di cuore ed arterie

Lamponi, mirtilli neri e rossi, more, ribes e fragoline di bosco sono riconosciuti oggi da medici di tutto il modo come preziosi alleati per la salute, forse più preziosi che il settore della frutta conosca.

Bellissima versione che ci si accinge ad essere servita oggi anche sulle nostre tavole anche d’inverno -grazie alla possibilità di conservare i frutti di bosco anche nella stagione invernale- la panna cotta con i frutti di bosco è concepita come stimolante dessert che fa bene alle nostre arterie, al nostro cuore e, più in generale, alla circolazione del sangue.

La scienza e la medicina oggi si stanno dimostrando sempre più attenti alle proprietà benefiche dei frutti di bosco, piccolissimi nelle dimensioni e pur portatrici di proprietà eccellenti, basti pensare alla presenza in essi di un pigmento in grado d inibire la formazione nelle cellule tumorali di vasi capillari.

Ingredienti

  • 800 ml di panna fresca
  • 250 gr. di zucchero semolato
  • 1 bacca di vaniglia
  • 60 gr circa di frutti di bosco
  • 1 cucchiaio di zucchero di canna
  • 4 grammi di agar agar

Preparazione:

Incidete la bacca di vaniglia nel senso della lunghezza ed estraete i semi raschiandola con un coltellino.

Versate in pentolino la panna, il succo di limone, lo zucchero, i semi e la bacca di vaniglia e l’agar agar. Cuocete a fiamma bassa per 15 minuti circa, mescolando frequentemente con una frusta. Togliete la bacca di vaniglia.

Versate il composto in coppette monodose e fate raffreddare a temperatura ambiente prima di mettere in frigorifero per almeno 12 ore.

A differenza della colla di pesce, l’agar agar si addensa col freddo e non deve raffreddare velocemente onde evitare che si formino grumi.
Lavate i frutti di bosco (ribes, more, lamponi etc.) . Al momento di servire potete decorare con i frutti di bosco scelti. Volendo potete versare sulla panna cotta un paio di cucchiai di marmellata.

 

 

 

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *