Confettura di fichi

Tempo di preparazione:

La confettura di fichi  è una delle più saporite e gustose tra tutte le confetture . Quest’anno il nostro albero non ha dato tantissimi frutti e la maggior parte li abbiamo dovuti buttare perchè aperti e pieni di api. Quindi abbiamo potuto realizzare pochissima confettura. In generale tutte le verdure quest’anno sono proprio malmesse. Anche per i pomodori, ne abbiamo raccolte 4 o 5 casse non di più….

fichiDalla consistenza morbida e granellosa, dal profumo  leggero e delicato, dal sapore dolce, molto intenso e persistente è adatta per la preparazione di ottime crostate, di torte ed adatta ad essere abbinata sia a carni bianche che a formaggi a pasta erborinata come il gorgonzola dolce o i formaggi stagionati.

Se prima della preparazione della confettura assaggiando un fico sentite che è molto dolce riducete la dose dello zucchero altrimenti avrebbe la consistenza molto solida.

Ingredienti:

  • 2 kg di fichi,
  • 500 grammi di zucchero di canna bianco
  • 2 limoni.

Preparazione

Sbucciate i fichi, divideteli in 4 spicchi e metteteli a macerare in una terrina  con il succo e la scorza  grattugiata  dei limoni per  circa ¾ d’ora.Trascorso il tempo di macerazione mettete  il contenuto della terrina in una capiente pentola alta e antiaderente;  aggiungete lo zucchero e cuocete a fiamma bassa per altri 45 minuti, mescolando di tanto in tanto per evitare che lo zucchero si posi sul fondo e i fichi si disfino.

Quando la confettura sarà granulosa, non troppo liquida, e dalla giusta consistenza  (versatene un cucchiaino su un piattino e lasciate raffreddare: se si solidificherà un po’, allora il composto sarà pronto per essere messo nei vasetti altrimenti proseguite con la cottura )  spegnete il fuoco.

Riempite i vasetti puliti con la confettura ancora caldissima, fermandovi a 2-3 cm dal bordo, chiudete con il tappo.

Mettete i vasetti in una capiente pentola  ricoperti completamente di acqua farli   bollire per 40 minuti dall’inizio del bollore. Lasciarli poi  raffreddare nella stessa  pentola.

Una volta raffreddati  toglierli dalla pentola, asciugarli e riporli nella dispensa.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *