Risotto con la salsiccia e radicchio

Tempo di preparazione:

Il radicchio rosso è una dei pochi vegetali che gli intolleranti al nichel possono mangiare con un pochino più di tranquillità. Infatti, il radicchio rosso, contiene un bassissimo contenuto di nichel.

Botanicamente basta dire che il radicchio rosso fa parte dell’immensa famiglia delle Asteraceae, più precisamente, dell’altrettanta vasta sottofamiglia della cicoria. Ma non spingiamoci oltre perché la classificazione è abbastanza ostica. Diciamo che “radicchio” è una semplificazione, non scientificamente esatta, che indica diverse tipologie d’insalate che si caratterizzano per il sapore amarognolo, e sono: il radicchio verde, variegato e rosso.

Il radicchio rosso si riconosce immediatamente: foglie dal colore rosso intenso con coste bianche e carnose. Il cespo è molto compatto e può essere o lungo o rotondo. La forma dipende dalla varietà, quelle più rinomate sono il Radicchio Rosso di Chioggia, di Verona e di Treviso.

Il radicchio rosso si può mangiare in insalata, oppure, alla griglia o come base per numerosissime ricette. Consumato crudo mantiene il caratteristico sapore amaro e, soprattutto, tutte le sue caratteristiche nutrizionali che sono davvero tante ed eccezionali.

Se siete alla ricerca di una fonte gustosa di fibre, il radicchio rosso è la soluzione ottimale. In più, è composto per il 93% d’acqua e contiene pochissime calorie; perciò, potete stare tranquilli, vi aiuterà a controllare il peso, a mettere in ordine l’intestino e, in generale, a depurare l’organismo. Inoltre, potete fare affidamento su questo super ortaggio per assicurarvi le vitamine, i Sali minerali e tanti altri nutrimenti di cui il vostro corpo ha bisogno. Vediamo quali sono:

  • Come per altre verdure, è ricco di antiossidanti. Tuttavia, uno studio pubblicato sul British Jurnal of Nutrition, ha evidenziato come il radicchio rosso, paragonato con le altre 40 varietà di verdure analizzate, contenesse più fenoli: il 684% in più rispetto ai cetrioli, il 119% in più in confronto ai broccoli e il 245% in più rispetto alle bietole. Insomma, il radicchio rosso, nel mondo dei vegetali, è il migliore alleato per combattere l’azione dannosa dei radicali liberi.
  • Il sapore amore che caratterizza il radicchio, aiuta la produzione della bile e, quindi, favorisce la digestione e la riduzione del colesterolo.
  • Tra le vitamine di cui il radicchio può vantare, la vitamina K, si distingue per le quantità elevate contenute. La vitamina K è importantissima per la salute delle ossa, è un’alleata importante nella prevenzione di malattie importanti come l’osteoporosi. Non solo, la vitamina K, limitando i danni neuronali nel cervello, è utilizzata nel trattamento dei pazienti affetti da Alzheimer.
  • Caratteristica peculiare, delle cicorie, e quindi anche del radicchio rosso, è la presenza di una sostanza chiamata inulina. Tra gli effetti benefici di questa sostanza, c’è la regolazione dei livelli di zucchero nel sangue, è, quindi, di aiuto in caso di diabete .
  • Infine, il colore rosso che contraddistingue questo tipo di radicchio, indica la presenza di un fitonutriente importante, il licopene. Questa sostanza gioca un ruolo importante nella regolazione dei livelli di pressione sanguigna, abbassando i livelli di colesterolo cattivo.

Ingredienti 4 persone:

  • 400 gr. di riso carnaroli Riserva San Massimo
  • un cespo di radicchio
  • 200 gr. di salsiccia
  • 1 bicchiere di sidro di mele
  • 3/4 di litro di acqua calda
  • sale e olio extravergine d’oliva
  • parmigiano reggiano grattugiato 36 mesi

Preparazione:

Sbriciolate la salsiccia. Lavate il radicchio e tagliatelo a striscioline. Tostate la salsiccia in una padella antiaderente aggiungete il riso.
Cuocete a fiamma vivace e, continuando a mescolare, versate il sidro sul riso e lasciatelo evaporare.
A poco a poco, utilizzando un mestolo e continuando a rimestare, aggiungete l’acqua ben caldo e il radicchio.
Quando il riso sarà cotto al dente, spegnete il fuoco, aggiungete dell’olio, abbondante parmigiano grattugiato e mescolate bene.
Lasciate riposare a pentola coperta per alcuni minuti prima di servire.

Condividi!

Un commento a “Risotto con la salsiccia e radicchio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *