Penne con sugo di zucchine, salsiccia croccante e polvere di fiori di zucca

Tempo di preparazione:

A mia figlia , dopo aver fatto i test perchè proprio non stava bene, gli è stata diagnosticata una serie di intolleranze che credo avra’ difficoltà a gestire in toto.

La prima cosa da fare è aiutarla a prendere la decisione di cambiare la sua ‘alimentazione e non è solo una questione di  for­za di volontà. Se il fatto di essere intolle­ranti  crea disagio, si fà il doppio della fatica a correggere l’alimentazione. Ogni cosa sarà una tentazione e ne approfitterà del minimo pretesto per ricadere nelle vecchie abitudini. Sicuramente un comportamento che potrà a ingannare solo  gli altri. Sento già nelle orecchie le frasi del tipo: “Gli altri non capiscono”, “In vacanza è impossibile, ci pensero’ al ritorno”, “Ma a questa stregua non si puo’ mangiare più niente”, “Dovro’ preparare piatti diversi per la famiglia, è troppo impegnativo!” e so che sarà faticoso il cambiamento.

Ho provato a consigliare di metterla sotto forma di gioco e di coinvolgere la mia Erikina cosi che tutto diventa più facile. Tutto s’impara! Certo all’inizio non è facile capire gli alimenti permessi dagli altri. Ho consigliato di perdere un po’ di tempo  a leggere le etichette degli ingredienti, Tutto sta a cominciare ma poi conoscerà a memoria quello che potrà consu­mare senza pericolo. Comincerà a scoprire e assaggiare, finalmente, nuovi sapori, nuovi alimenti come quìnoa, miglio, grano saraceno, castagne e amaran­to, nonché nuovi dessert a base di latte di quinoa o di riso e nuove cola­zioni senza glutine, senza latte e senza lieviti.

Scoprirà un mondo completamente diverso, ma quando capirà che starà meglio si adatterà più facilmente!

Ho consigliato di stilare una dieta settima­naIe  per le prime settimane. Nonostante la memoria d’elefante che si ritrova, le ho detto di registrare sul suo diario tutte le informazioni e le sensazioni dopo i pasti: se si sente  gonfia, stanca, di pessimo umore, se ha reflusso, se si sente sazia o in piena forma!! Deve prendere coscienza di tutti questi elementi. Per alcuni piatti che adora e ai quali fatica a fare a meno, ho consigliato di sostituire il sostituibile con le alternative che oggi sia ha la fortuna di avere nei supermercati tipo la pasta senza glutine, oramai ce n’è per tutti i gusti ed alcune davvero buone.

Tutto sta a cominciare e resistere per almeno quindici gior­ni e dopo alcune cose saranno automatiche. È importante imparare a modifì­care le vecchie abitudini!!!!

Speriamo che vedendo i miei risultati si convinca a ripartire al suo ritorno dalle vacanze con il piede giusto!!!!!!!!!!!!!! E diciamocela tutta, parte in vantaggio!!!!!!!!!!!!!!!!!

Ingredienti per 4 persone:

  • 360 g. di penne senza glutine
  • 1/2 kg. di zucchine
  • 300 g. di salsiccia fresca
  • 1 scalogno
  • timo
  • sale
  • polvere di fiori di zucca essiccati

Preparazione

Sbriciolate la salsiccia e affettate finemente lo scalogno. Rosolate in una pentola antiaderente lo scalogno e unite le zucchine affettate, del timo e fatele cuocere a fuoco vivace per 5 minuti circa.

In un’altra pentola antiaderente rosolate la salsiccia sbriciolata.

Fate cuocere le penne in abbondante acqua salata e scolatele al dente. Versate le penne direttamente nel tegame con le zucchine, unite la salsiccia, regolate di sale e spadellate il tutto per qualche istante.

Servite subito con una spolverata di polvere di fiori di zucca

 

 

 

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *