Latte di cocco, una ricca fonte di sali minerali, tra cui potassio e ferro

Tra le alternative vegetali al latte vaccino, il latte di cocco è forse la migliore per il palato, sfortunatamente, però, come spesso accade ai cibi più gustosi, è anche la più calorica. Ma non fatevi spaventare dalle sue 445 calorie a tazza, perché, il latte di cocco, se non avete problemi di linea, fa molto bene alla salute.

A livello nutrizionale il latte che si ottiene dal cocco (e non il liquido contenuto al suo interno) è una ricca fonte di Sali minerali, tra cui potassio e ferro. Sappiamo quanto sia importante il ferro per una dieta salutare, soprattutto per le donne, la cui dose raccomandata arriva fino ai 18 milligrammi al giorno. Con una tazza di latte di cocco si può far fronte a una buona parte del fabbisogno giornaliero, all’incirca 7,5 milligrammi di ferro.

Con il latte di cocco non ci garantiamo solo un buon apporto di ferro ma anche un buon apporto di vitamine. In particolare, nel latte di cocco, sono presenti due importanti vitamine del gruppo B, la B3, o niacina e la B9, l’acido folico. La niacina fa in modo che il sistema circolatorio funzioni correttamente ed
aiuta l’organismo a combattere lo stress. L’acido folico è essenziale per la produzione di nuove cellule nel corpo e potrebbe essere di aiuto a prevenire i cambiamenti nel DNA che portano al cancro.

Ma i vantaggi nel consumare latte di cocco non finiscono qui. Il magnesio e al fosforo sono altri due Sali minerali cui può vantare il cocco, due grandi alleati nella prevenzione di alcune malattie delle ossa come l’osteoporosi. Inoltre, al latte di cocco sono riconosciute qualità antinfiammatorie, grazie alla presenza di flavonoidi.

Il latte di cocco è indubbiamente buono, infatti, è usato nelle cucine di quasi tutto il mondo e, nei paesi del Sud-est asiatico, è alla base di molte preparazioni. Anche da noi si sta facendo apprezzare, più per la preparazione di alcuni piatti, come sostituto di burro e panna, che come latte da bere a colazione. Non dimentichiamo però le calorie. Nel latte di cocco sono contenuti molti grassi, la maggior parte dei quali sono saturi. Quindi, attenzione a non abbondare nelle dosi!

Nonostante questa evidenza, secondo alcuni studi, il latte di cocco, potrebbe aiutare a far perdere peso. Nel 2009 l’American Diabetes Association, ha condotto uno studio volto a verificare l’ipotesi secondo la quale gli MCFA, o acidi grassi a catena media, contenuti nel latte di cocco, possano essere uno strumento per la perdita di peso.

A differenza dei LCFA, o acidi grassi a catena lunga, che si trovano nella carne e nei prodotti caseari, che rimangono come depositi di grasso nel corpo, gli MCFA, invece, sono metabolizzati dal fegato. Dunque, questi ultimi, sarebbero dei grassi più sani che aiuterebbero a sconfiggere l’obesità e a prevenire la resistenza periferica all’insulina. I pareri, però, sono discordanti; per il momento, sembrerebbe che non ci sia nessuna conferma da parte della comunità scientifica sulla capacità del latte di cocco di far perdere peso.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *