Latte di arachidi, bevanda nutriente ed energetica

Ultimamente, tra le varie tipologie di latte vegetale tra cui possiamo scegliere, si è aggiunto il latte di arachidi. Una bevanda nutriente ed energetica, ricca di macronutrienti, vitamine e minerali. Insomma, anche in questo caso, un’ottima alternativa al latte vaccino, che gli amanti del gusto intenso delle arachidi sapranno apprezzare.

Anche se, tra i vari modi di chiamarle c’è “noccioline americane”, in realtà, le arachidi, non hanno niente a che fare con le noci, sono, infatti, dei legumi appartenenti alla famiglia delle Papilionacee. La pianta dell’arachide è un’erbacea annuale, alta circa un metro, che cresce in zone dal clima caldo. Probabilmente il primo Paese a coltivarla è stato il Paraguay quasi 8mila anni fa. Oggi, le arachidi sono coltivate principalmente in Cina, India e Stati Uniti. Anche l’Europa le coltiva, grazie al clima caldo della Grecia.

Gli usi sono svariati, sono utilizzati, ad esempio, nel settore tessile e nella cosmetica. Nel settore alimentare sono utilizzate per la preparazione del burro di arachidi, amatissimo dagli americani, oppure, per gelati, biscotti, farina ecc. Inoltre si ricava l’olio, secondo solo all’olio d’oliva in quanto a utilizzo. Si consumano anche al naturale, sono tostate e poi salate per l’aperitivo, oppure, nei Paesi orientali sono spesso consumate bollite.

Si può ottenere una bevanda, il latte di arachidi. Non è tra gli usi più comuni che si fa di questo legume, ma dato l’alto apporto nutrizionale e il sapore gradevole, si presta benissimo ad essere un buon sostituto al latte di origine animale così come lo sono altre tipologie di bevande ottenute da legumi o cereali.

Possiamo contare sul questa bevanda se vogliamo una bevanda energetica e nutriente, in quanto le arachidi, e quindi il latte che da esse si ricava, sono ricche di proteine (25g di proteine in 100g di arachidi) e di nutrienti essenziali: magnesio, vitamina E, fibre, fosforo e niacina.

La niacina è una vitamina utile alla conversione del cibo in energia e, anche, a mantenere la mente lucida e una buona circolazione del sangue. Uno studio pubblicato nel 2006 sul “British Journal of Nutrition” ha evidenziato l’alta concentrazione di antiossidanti contenuta nelle arachidi, pari a quella contenuta in alimenti già riconosciuti ricche fonti di antiossidanti, come fragole, ciliegie e carote. La tostatura aumenta ancora di più il loro potere antiossidante, come riporta una ricerca pubblicata sulla rivista Food Chemisty.

Le arachidi, infine, potrebbero essere delle alleate preziose per la prevenzione del cancro. Anche se non ancora dimostrato scientificamente, il resveratrolo, di cui le arachidi sono ricche, è una sostanza spesso associata alla riduzione del rischio di cancro. È riconosciuta, invece, la presenza del coenzima Q10, la stessa sostanza presente nel pesce, nella carne e negli spinaci, i cui effetti sulla prevenzione di molte gravi malattie sono ben noti.

Si consiglia un uso limitato nel caso di intolleranza al nichel

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *