Lo zafferano 3 cuochi

Lo zafferano è una fonte ricchissima di antiossidanti. I valori nutrizionali di questa spezia sono davvero notevoli e, oltretutto, è praticamente priva di calorie e di grassi. Per godere a pieno delle proprietà nutrizionali dello zafferano è, però, indispensabile scegliere solo le migliori marche perché garantiscono un prodotto puro al 100% senza, cioè, l’aggiunta di componenti estranei senza nessun valore gastronomico. Una delle più importanti e affidabili marche in commercio è lo Zafferano 3Cuochi.

Era il 1935 quando, a Gianni Mangini, il fondatore dello Zafferano 3Cuochi, venne l’innovativa idea di vendere zafferano di altissima qualità all’interno di bustine, sottoforma di polvere. Le superiori qualità organolettiche di questo prodotto furono immediatamente riconosciute. Infatti, lo zafferano in polvere, contrariamente a quanto si potrebbe pensare, si presta meglio in cucina rispetto agli stimmi che spesso contengono delle parti bianche meno pregiate. Inoltre, la polvere, conserva più a lungo le proprietà, è più semplice da dosare e, infine, non meno importante, ha un gusto migliore.

Da allora, oltre 75 anni fa, lo Zafferano 3Cuochi, è leader sul mercato, riconosciuto da milioni di persone come sinonimo di qualità. Qualità che da sempre ricerca impiegando tecnologie e processi innovativi e che è possibile riscontrare con molta facilità. È sufficiente, infatti, costatare, per prima cosa, il colore: deve essere di un rosso vivo, privo di qualsiasi puntino bianco. Deve, poi, scivolare senza problemi dalla carta bianca appena si apre la bustina. Se rimane un po’ appiccicato significa che non è abbastanza asciutto, che contiene, cioè, più acqua invece che zafferano. Alla fine, vi accorgerete della qualità della spezia acquistata, dal suo sapore intenso e delicato; diffidate dello zafferano che, a dispetto del colore intenso che rilascia, non ha un sapore deciso.

Pretendete, dunque, il meglio dallo zafferano che acquistate perché solo così avrete la certezza che il piatto che state per preparare, oltre a essere buono, vi farà eliminare ben il 20% di scorie giornaliere nel vostro organismo. E sì, lo zafferano è uno degli alimenti con la maggiore concentrazione di carotenoidi; per darvi un’idea, in una carota la loro percentuale è di circa lo 0,008%, mentre nello zafferano è l’8%! Se questo non bastasse, lo zafferano vanta anche una grande resistenza termica: le sue proprietà nutritive resistono anche alle alte temperature.

Gli enormi benefici sulla salute dei caroteni li conosciamo bene: proteggono le cellule contro l’ossidazione e, quindi, dall’invecchiamento, agiscono come precursori della vitamina A e incrementano le resistenze immunitarie. Per di più, come molti studi hanno dimostrato, l’attività antiossidante dei caroteni è la principale ragione degli effetti antitumorali che hanno alcuni alimenti, come, appunto lo zafferano.

Ha dichiarato il Prof. Giuseppe Di Fede, Docente di Nutrigenomica e Medicina Preventiva dell’IMBIO: “Nella mia carriera non ho mai riscontrato intolleranze legate allo zafferano Ciò è vero anche in persone allergiche a tanti alimenti e piante. Non ho mai avuto modo di constatare tale reazione. Anzi, si può dire che lo zafferano aiuta ad alzare la barriera antiossidante e anti infiammatoria ( date le qualità dello zafferano) utile per contrastare le reazioni di intolleranza aumentando le capacità’ anti allergiche. Inoltre, siccome lo zafferano aiuta la fase digestiva dello stomaco e del fegato, migliora la tolleranza anche nei soggetti con deficit enzimatici e intolleranze alimentari”.

 

 

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *