Panini al latte ai semi di sesamo bianco e nero

Tempo di preparazione:

I semi di sesamo sono dei piccoli semi piatti e ovali che arrivano da una pianta coltivata principalmente in Cina, India ed Egitto, ma cresce anche nell’Europa meridionale, in qualche regione della Sicilia e della Grecia. Disponibili tutto l’anno, si trovano in diversi colori, il più diffuso, è il sesamo bianco, mentre, un po’ più difficile da trovare è quello nero.

Il sesamo nero è usato molto nella cucina asiatica. Il suo delicato sapore di nocciola, infatti, impreziosisce i piatti, ma è soprattutto per il suo altissimo potere nutrizionale che bisognerebbe imparare a usarlo regolarmente anche nella nostra cucina. I semi di sesamo nero sono una fonte preziosa di rame, magnesio, calcio, ferro, fosforo, vitamina B1, zinco, selenio e fibre. Inoltre, contengono due sostanze uniche: sesamina e sesamolina. Queste sostanze appartengono a un gruppo di speciali fibre che aiutano a ridurre il colesterolo.

Di seguito vi elenco alcuni principi nutritivi del sesamo nero e i relativi benefici sulla salute:

Il magnesio, insieme agli altri sali minerali contenuti nel sesamo nero, è un utile alleato per il buon funzionamento del sistema vascolare e respiratorio. Inoltre, alcuni studi hanno dimostrato come il magnesio influisca sull’abbassamento della pressione arteriosa rivelandosi, dunque, un aiuto importante per prevenire attacchi di cuore, ictus, diabete e malattie cardiache.

I livelli di calcio contenuti nel sesamo nero sono molto elevati, tanto che potrebbe essere utilizzato come sostituto ai latticini. Gli effetti benefici del calcio sul nostro organismo sono ben noti. Prima di tutto, il calcio aiuta a prevenire la perdita ossea prima causa, non solo dell’osteoporosi, ma anche di altre malattie delle ossa come l’artrite reumatoide.

Altro minerale utile per le ossa. L’assunzione regolare di zinco, infatti, contribuisce ad aumentare la densità minerale ossea e dunque a prevenire l’osteoporosi a livello dell’anca e della colonna vertebrale.

Elencati gli aspetti positivi, vi voglio però mettere in guardia su alcune controindicazioni nell’assunzione del sesamo nero. 

Negli ultimi 10 anni si è registrato un aumento su base mondiale delle allergie al sesamo. La causa è l’impiego sempre maggiore dell’olio di semi di sesamo nelle preparazioni alimentari industriali e nei prodotti per la cura e la bellezza del corpo. In linea generale, le ricerche svolte in questo campo suggeriscono che gli individui con allergia alimentare alle arachidi, noci, nocciole, anacardi possono anche sperimentare reazioni allergiche ai semi di sesamo. Perciò per loro è bene fare molto attenzione al suo consumo.

Per chi non ha mai sviluppato allergie a questi alimenti, è comunque consigliato non esagerare; perché, è vero che il sesamo nero fa molto bene, ma è anche molto calorico, perciò consumatene in quantità modeste. Infine, scaldate i semi il meno possibile perché, durante la tostatura rilasciano sostanze cancerogene, dunque, mi raccomando di lasciarli sul fuoco il meno possibile.

Ingredienti

  • 500 gr. di farina 0,
  • 200 gr. di pasta madre rinfrescata da alcune ore,
  • 50 gr. di zucchero,
  • 100 gr. di olio extravergine d’oliva,
  •  250 gr. di latte  senza lattosio,
  • 1 uovo
  • semi di sesamo bianco e nero
  • sale fino.

In una ciotola fate sciogliere la pasta madre con 2 cucchiaini di zucchero in 100 ml di latte tiepido.

Nella planetaria mettete la farina setacciata, il lievito sciolto e il restante  latte tiepido, l’olio, un pizzico di sale fino   e impastate il tutto,   fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo.

Quando l’impasto è pronto mettetelo a lievitare, in una ciotola coperta con un telo di cotone o di lino, in ambiente tiepido  fino a che ha raddoppiato il suo volume. Rimettetelo sulla spianatoia infarinata impastatelo nuovamente e dividetelo in pezzetti di pasta del peso di circa 40 gr l’uno, e dategli una forma sferica.

Disponete le palline di pasta  sulla placca del forno rivestita con cl’apposita carta ben distanziate l’una dall’altra  e fatele lievitare per altre 2/3 ore.

Quando saranno ben lievitate spennellatele con due cucchiai di latte  mischiato al tuorlo d’uovo;  cospargete i panini con i semi di sesamo bianco e nero  e cuoceteli    in forno statico già caldo a 200° per 5 minuti, poi abbassiate la temperatura a 180° e fateli cuocere ancora per 10/15 minuti.

 

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *