Nasello con puntarelle e pomodorini: un secondo super succulento! Senza glutine e lattosio

Tempo di preparazione:

Le conoscete le puntarelleIo le ho scoperte da poco grazie allo chef Carlo Molon e devo ammettere che mi piacciono molto e mi spiace di non averle conosciute prima.

Le puntarelle sono i germogli che la catalogna spigata, una cicoria dalle foglie strette e dentellate, racchiude nel cuore del cespo.

Apprezzate  fin dall’antichità per le loro virtù disintossicanti utili a stimolare le funzioni epatiche sono presenti nei mercati in autunno e inverno.

Dal punto di vista nutrizionale c’è da segnalare che sono povere di calorie ma ricche di fibre e sali minerali (calcio, ferro e fosforo), elementi preziosi che rimangono inalterati quando si consumano crude.

Le puntarelle si puliscono eliminando le foglie più dure e conservate solo le parti più chiare e tenere.

Si mangiano crude,  tagliate in strisce lunghe e sottili da immergere in acqua fredda per fargli assumere la caratteristica arricciatura, condite con olio, aglio e acciughe  come vuole la tradizione de le “puntarelle alla romana”; è  così che si apprezza maggiormente  il loro sapore leggermente amarognolo, ma molto gradevole e la consistenza tenera, ma croccante,  oppure possono essere lessate, o saltate in padella.

Oggi Paolo, il mio piccolo chef, si è messo in cucina ed è riuscito a preparare questo magnifico piatto leggero e nutriente, adatto anche a me, intollerante al lattosio,  dove le puntarelle la fanno da protagoniste!

Alla scoperta delle proprietà del nasello

Il nasello, ingrediente principale di questo secondo piatto adatto ai celiaci e a chi soffre d’intolleranza al lattosio, è un pesce caratterizzato da numerosi e interessanti proprietà benefiche. Tra queste è possibile ricordare il basso contenuto di calorie. Il nasello, per questo motivo, si adatta perfettamente alla dieta di chi deve perdere peso, così come a quella dei bambini.

Contraddistinto da un ottimo contenuto di proteine nobili, il nasello è facilmente digeribile e per questo consigliatissimo nelle diete degli anziani oltre che per quelle dei bambini. Molto importanteè  non confonderlo con il merluzzo. Si tratta di due pesci diversi, che si distinguono per via di una barbetta sotto la testa che il merluzzo ha e che manca al nasello.

Il pomodoro di Pachino, vera eccellenza italiana

Per avere un quadro completo dei benefici del nasello con puntarelle e pomodorini è il caso di fare il punto anche sull’ultimo ingrediente. Nello specifico si tratta del pomodoro di Pachino, una vera eccellenza italiana che il mondo ci invidia.

Quali sono le sue proprietà? Da ricordare è senza dubbio è la presenza di licopene, una sostanza che fa la differenza per quanto riguarda il contrasto dei tumori. Molto importante è anche la presenza di acqua, che rende i pomodori sazianti e perfetti per chi vuole mangiare con gusto e perdere peso.

Ingredienti:

  • 4 filetti di nasello
  • 6 pomodorini di Pachino
  • 6 puntarelle
  • 1 spicchio d’aglio
  • 2 filetti di acciughe sott’olio
  • olio extravergine di oliva
  • sale q.b.

Preparazione:

In una padella fate soffriggere nell’ olio lo spicchio d’aglio schiacciato e i filetti di acciughe sminuzzati. Quando le acciughe sono sciolte aggiungete i pomodorini tagliata metà e fateli insaporire per qualche minuto e mettete nella padella i filetti di nasello coprite con un coperchio e continuate la cottura per circa 15 minuti. Trascorso questo tempo mettete nella padella le puntarelle tagliate in strisce lunghe e sottili che avrete  iimmerso in acqua fredda per fargli assumere la caratteristica arricciatura, fatele insaporire per 5 minuti, se necessario regolate di sale, e servite subito.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *