Una serata dedicata al Monkey 47 al Four Season Hotel di Milano

Il mastro distillatore Christoph Keller ha presentato il pregiato gin Monkey 47, in occasione della Monday Night Spirits al Four Season Hotel di Milano. Un gin molto particolare, frutto della miscela di 47 ingredienti

Il foyer bar del Four Season Hotel Milano ha ospitato la seconda edizione della Monday Night Spirits, dove il pregiato gin Monkey 47, presentato direttamente dal mastro distillatore Christoph Keller (nella foto, a sinistra), ha fatto da protagonista. Le Monday Night Spirits sono state ideate da Luca Marcellin, assistant bar manager e head mixologist presso Four Seasons Hotels and Resorts, per dare visibilità sia ad aziende ben consolidate sul mercato che ad aziende nuove, permettendo loro di presentare al pubblico i loro prodotti, condividendo con il pubblico la loro passione e la loro filosofia e approfondendo la conoscenza dei prodotti.

Durante la raffinata ed interessante serata, dedicata a Monkey 47 hanno fatto gli onori di casa oltre che Enzo Turrisi, il responsabile di sala, Luca Marcellin, Andrea Mana, responsabile degli acquisti e Luigi Faillo direttore di sala, Marina Del Puppo, sale director di Rossi&Rossi, il mastro distillatore Christoph Keller e barchef Dino Zippe.

Il mastro distillatore Christoph Keller ha raccontato, con l’ausilio di un video, come nasce questo incomparabile gin e lo ha fatto trasmettendo ai presenti tutta la passione che ha per il “suo” gin. Il gin Monkey 47 Schwarzwald è prodotto in Germania, nella distilleria Black Forest Distillers GmbH (Stählemühle) nella zona della Foresta Nera, ed è prodotto dallo stesso Mastro Distillatore Christoph Keller.

La ricetta originale di Monkey 47 (dove 47 sta ad indicare gli ingredienti del distillato) proviene direttamente dall’inventore del Gin della Foresta Nera, il comandante Mongomery Collins. Amante del gin Collins decise di produrne uno, casalingo, che contenesse sia gli ingredienti essenziali tradizionali britannici, che l’esotismo orientale delle spezie indiane, che le erbe e la l’acqua della Foresta Nera.

La ricetta casalinga sembrava essere perduta, ma alcuni decenni fa durante la fase di ristrutturazione dell’albergo di campagna di Collins fu ritrovata in una scatola in legno con dentro una bottiglia che aveva un’etichetta, decorata a mano da Collins, con lo schizzo di una scimmia e sopra le parole Max the Monkey, una lettera che conteneva appunti e il dettaglio degli ingredienti vegetali (botanics) con cui Collins aveva creato il suo gin.

continua a leggere l’articolo qui

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *