NutriMi – secondo round!!

L’appuntamento, con NutriMi 2014 VIII Forum di Nutrizione Pratica,  un vero e proprio must  di carattere scientifico sui nuovi trend legati alla nutrizione, si è concluso oggi con grande successo.

E’ stata una  due giorni animata da convegni, workshop e seminari, organizzata da Sprim Italia, Società di consulenza impegnata nella tutela della salute dell’uomo e dell’ambiente,  tenuti dai più autorevoli esperti internazionali in ambito scientifico che con i loro interventi hanno suscitato notevole interesse da parte dei partecipanti che volevano essere aggiornati sulle novità in materia di Nutrizione, Alimentazione e Salute..

Uno degli appuntamenti che ha attirato l’attenzione dei partecipanti  è stato quello  in cui si parlava di nutrizione olistica.

La nutrizione olistica è un modello grazie al quale si è dimostrato che, tramite l’assunzione corretta di alcuni alimenti,  è possibile combattere numerose patologie e i loro sintomi integrando i principi alla base della scienza dell’alimentazione, con le conoscenze proprie delle varie discipline nutrizionali, raggiungendo così la miglior strategia di prevenzione in diversi disturbi.

Parlando di “nutrizione è però doveroso spiegare la differenza tra questo termine e la parola “alimentazione” che viene spesso utilizzata erroneamente come suo sinonimo:

  • la nutrizione è l’assunzione, tramite gli alimenti, dei principi nutritivi quali i glucidi, i lipidi, e le proteine, necessari ad apportare energia per il mantenimento delle funzioni  vitali e per le attività corporee.   E’  l’apporto di materiale plastico, ovvero delle proteine,  necessario per la crescita, per il rimodellamento e la riparazione dei tessuti. E’ il fornire materiale regolatore delle reazioni metaboliche quale minerali e vitamine.
  • L’ alimentazione è l’ assunzione da parte  di un organismo delle sostanze necessarie per il suo metabolismo e le sue funzioni vitali quotidiane.

Altro tema di grande interesse è stato quello inerente all’esigenza di conciliare la sostenibilità produttiva con il consumo responsabile e  la necessità di adottare consumi responsabili anche per la salvaguardia del pianeta.

Ogni prodotto alimentare che acquistiamo è il frutto di una lunga sequenza di eventi che comincia con la fase di produzione delle materie prime,  a cui segue il confezionamento, la distribuzione il consumo e che termina con lo smaltimento e il riciclaggio dei rifiuti.

ll consumatore medio ha una scarsa percezione degli impatti ambientali connessi ai vari processi richiesti per convertire le materie prime nel bene di consumo, per questo è fondamentale la conoscenza del ciclo della vita di un prodotto   alimentare che può aiutare a valutare il rapporto tra le tue scelte di consumo e l’ambiente.

La produzione degli alimenti si svolge in due tappe fondamentali:

  • la produzione delle materie prime – di origine vegetale e animale che compete all’agricoltura. L’agricoltura moderna è  da tanti anni attenta alla propria sostenibilità, ovvero è in grado di garantire buone rese di produzione conservando, però,  gli  agroecosistemi quale patrimonio per le generazioni future, per merito dell’agricoltura biologica e della lotta biologica integrata che permettono un’adeguata gestione delle risorse naturali e dei rifiuti.
  •  la trasformazione degli alimenti da porre in commercio compete all’industria. I processi industriali legati agli alimenti comprendono la fase della trasformazione e quella della distribuzione. I principali aspetti ambientali collegati all’industria alimentare  sono il consumo idrico, contaminazione delle acque, il consumo di energia e la produzione di rifiuti solidi. L’industria alimentare genera anche emissioni in atmosfera (principalmente polveri e composti organici volatili) e, soprattutto, odore. Una delle buone abitudini dell’industria è quello delle riduzione  del peso degli imballaggi da parte delle aziende riducendo così notevoli sprechi e favorendo il riciclaggio degli imballaggi.

Per quanto riguarda il consumo responsabile c’è da notare che, oggi, il consumatore è sempre più attento e orientato verso acquisti consapevoli e nel concetto di qualità comprende anche concetto di sostenibilità ambientale e sociale della produzione.

L’obiettivo della sostenibilità è quello di:

  • migliorare la performance ambientale generale dei prodotti attraverso il loro ciclo di vita
  • di promuovere e stimolare la domanda di prodotti migliori
  • l’impiego di tecnologie più efficienti
  • aiutare i consumatori a operare scelte maggiormente consapevoli degli impatti ambientali ad esse collegate.

Il Prof. Emmanuel Pauze, Amministratore Delegato di Sprim Italia -.ha spiegato che “la dieta mediterranea, proposta come modello sano, equilibrato e sostenibile. a breve diventerà  “braccio strategico e operativo all’interno della costituenda Fondazione Internazionale per la tutela della Dieta Mediterranea – ha spiegato E L’idea è quella di unire i popoli attorno a una tavola su cui trionfi il modello di alimentazione che caratterizza quest’area, aggiornato secondo le esigenze e le abitudini alimentari del consumatore moderno”.

Anche in questa edizione NutriMi  ha programmato  una giornata di aggiornamento in materia di qualità, sicurezza e sostenibilità dei prodotti ittici, un tema di grande attualità con incontri sulle allerte alimentari, sulle prospettive di sviluppo per l’acquacoltura, sui  nuovi obblighi derivanti dall’aggiornamento delle etichette alimentari, sulla qualità, sicurezza e sostenibilità dei prodotti, Molto interesse hanno suscitato le lezioni  pratiche per riconoscere le principali specie ittiche soggette a frode di sostituzione.

Un altro punto di notevole  interesse è stato  il ruolo del microbiota intestinale nell’insorgenza di alcune malattie, nell’uomo.  

Tutti argomenti interessanti e che hanno fatto  si che anche questa edizione 2014 riscuotesse un grande successo . L?appuntamento è per il prossimo anno, il 2015  in cui si svolgerà l’Expo Milano che ha per tema. “Nutrire il Pianeta”  e NutriMi sarà più attuale che mai!

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *