Cucina Salvacuore – Lo scompenso cardiaco si cura anche a tavola

Tempo di preparazione:

“Cucina Salvacuore ” è il titolo scelto per l’iniziativa che si il 15 Aprile scorso si è tenuta al Centro per lo Scompenso Cardiaco e per la Prevenzione e Trattamento Metabolico delle Malattie Cardiovascolari in corso Ercole I d’Este 32 Ferrara, come preludio delle Giornate Europee dello Scompenso Cardiaco (9-10-11 maggio).

Questo incontro tra salute e gusto, in cui  la medicina e la cucina si sono confrontate era diviso in due parti: la prima dedicata al convegno medico  “Conosciamo lo scompenso cardiaco” e la seconda dedicata allo show cooking “Cuciniamo per il cuore”.

Di scompenso cardiaco, malattia in cui il cuore non riesce a pompare abbastanza sangue nell’organismo, soffrono oltre seicentomila italiani.

Nonostante l’alto numero di persone affette è una malattia misconosciuta in quanto i sintomi con i quali si manifesta  (difficoltà respiratoria, affaticamento, ritenzione idrica, aumento di peso, gonfiore alle caviglie) sono spesso sottovalutati e non correlati con una malattia cardiovascolare.

Questo evento è stata l’occasione  per presentare il Centro ferrarese per lo scompenso cardiaco, diretto dal Professor Roberto Ferrari, dove si insegna agli scompensati una terapia che passa attraverso tre fasi: il racconto della malattia, praticare attività fisica ed imparare a cucinare con la “cucina salvacuore”

In merito alla “cucina salvacuore” nella cucina del Centro ospitante  il grande chef  Gualtiero Marchesi ha presentato uno show cooking in cui ha proposto  alcuni piatti speciali per prendersi cura della salute del cuore.

Il nome di una  ricetta?  “non sono un risotto, nemmeno un minestrone, ma sono milanese”  :-) :-) .-)

Curioso come nome  quello del piatto preparato dallo chef Gianluca Branca, nello staff di Marchesi dal 1996, ma molto adatto per dimostrare che anche la cucina sana è un vero e proprio farmaco contro lo scompenso cardiaco…

 

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *